Legge delega 106/2016, Anpas in audizione al Senato

Stampa

Legge delega 106/2016, Anpas in audizione al Senato: il volontariato sanitario fondamentale per la tutela del diritto alla salute dei cittadini. Auspichiamo un confronto con i sindacati 

Presentato oggi in audizione al Senato la posizione di Anpas sui decreti legislativi sulla legge delega 106/2016

Roma 15 giugno 2017 - Il Presidente di Anpas, Fabrizio Pregliasco, ha tenuto oggi un’audizione alla I Commissione Affari Costituzionali Senato della Repubblica sui decreti legislativi della legge delega 106/2016.

Nell’esprimere un parere complessivamente favorevole di Anpas alla Riforma, Pregliasco ha dichiarato: “come dieci giorni fa alla Camera, anche al Senato abbiamo voluto rimarcare il giudizio complessivamente positivo alla Riforma: concordiamo con gran parte delle indicazioni e dei correttivi che abbiamo elaborato con il Forum del Terzo Settore, ma dobbiamo ribadire la storia di un volontariato particolare, storicamente radicato nei territori da più di cento anni, di cui l’attuale legislazione deve tenere in conto perché lo vogliamo far continuare nel tempo. Chiediamo quindi che il nostro volontariato venga valorizzato non solo nell’ottica dell’opera di assistenza, di primo soccorso, ma anche in quello che facciamo in protezione civile: le nostre associazioni sono palestre dove giovani e meno giovani svolgono un servizio per la comunità nel quotidiano e sono poi pronti per l’emergenza. Le pubbliche assistenze contribuiscono anche alla realizzazione di momenti di aggregazione e cittadinanza attiva e attenzione al territorio".

Pregliasco ha poi sottolineato l'importanza di un dialogo con i sindacati: "Durante l’audizione sono state presentate, da parte dei rappresentanti dei sindacati, opinioni diverse riguardo alcuni aspetti rilevanti della riforma: auspichiamo un nuovo momento di incontro al fine di poter presentare le nostre posizioni su quanto, a nostro avviso, potrebbe esser stato mal interpretato".

Nel documento presentato in audizione Anpas ha sottolineato la cruciale importanza del’emendamento proposto all’art. 57 (Trasporto sanitario e di emergenza urgenza) non solo per le associazioni di volontariato sanitario, ma anche e soprattutto per la salvaguardia del sistema del trasporto sanitario e di emergenza del nostro paese e quindi per la tutela del diritto alla salute di tutti i cittadini. Anpas ricorda infatti che in Italia allo stato attuale il 90% del sistema di trasporto sanitario oltre a quello di emergenza urgenza si basa sulla storica e quotidiana attività delle associazioni di volontariato (Anpas, Misericordie e CRI). Il servizio viene affidato direttamente dalla Pubblica Amministrazione attraverso il sistema della convenzione alle associazioni di volontariato sanitario che afferiscono alle tre grandi organizzazioni nazionali.

Il documento riguardante le proposte ANPAS di emendamenti ai decreti tema della audizione.

 

Fermitutti visto da Alessandra Fratoni e Daniel Alvarez

0
0
0
s2sdefault
powered by social2s

Su questo sito usiamo cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Questi cookies sono essenziali per le funzionalità del sito. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy. I accept cookies from this site.