Anpas ricorda Carlo Azeglio Ciampi

16 settembre 2016 - Nel giorno della scomparsa di Carlo Azeglio Ciampi, Anpas ricorda le parole che, in occasione del centenario dalla fondazione nel 2004, l'allora presidente della Repubblica inviò alle pubbliche assistenze.

"Le vostre associazioni celebrano nel 2004 il traguardo dei cento anni di impegno assistenziale e umanitario: uno straordinario contributo che ha rinsaldato e continua oggi ad accrescere nella coscienza collettiva la cultura della solidarietà e del rispetto della persona.

Anpas ricorda Carlo Azeglio Ciampi

L’azione generosa e qualificata dell’Anpas in aree d’intervento cruciali quali il soccorso e il trasporto dei feriti e ammalati, la protezione civile, la tutela ambientale, l’assistenza ad anziani e disabili, la raccolta del sangue è un fatto essenziale di complementarietà fra pubblico e privato, di costruttiva collaborazione con le istituzioni.

Questa prestigiosa tradizione di sussidiarietà, rinnovata oggi anche dall’entusiasmo dei giovani del servizio civile, è espressione di partecipazione responsabile e di cittadinanza attiva, secondo i valori fondamentali della nostra Repubblica e della nuova patria europea"
Carlo Azeglio Ciampi


Il 30  settembre 2004 in occasione Presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi ha inviato a Luigi Bulleri, presidente Anpas, il seguente messaggio:

"Nella ricorrenza del centenario del Movimento che rappresenta le pubbliche assistenze, fondato a Spoleto nel 1904, desidero far pervenire a tutti coloro che partecipano alle celebrazioni di Torino il mio caloroso e partecipe saluto.
"Le radici del volontariato sono antiche, affondano in tradizioni sia laiche sia religiose, accomunate dallo stesso spirito di solidarietà, rispetto e amore per il prossimo.
"L'esempio che viene dal volontariato è fra gli ideali più alti che si possano offrire alla gioventù; voi ne siete i testimoni: senza il volontariato la società sarebbe più povera, più arida, meno umana.
"Nel ricordo dell'incontro avuto con voi al Quirinale quattro anni fa, esprimo a lei, caro presidente, il mio vivo apprezzamento per le meritorie attività svolte e colgo l'occasione per inviare - suo tramite - il mio ringraziamento a tutti coloro che svolgono la loro preziosa opera al servizio dei più bisognosi nelle attività di pubblica assistenza".


L'incontro nel 2000 con Luigi Bulleri, Presidente Anpas

0
0
0
s2sdefault
  1. Twitter
  2. Facebook
  3. Instagram

Su questo sito usiamo cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Questi cookies sono essenziali per le funzionalità del sito. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy. I accept cookies from this site.