Anpas aderisce all’Anagrafe Antifascista del Comune di Stazzema

Anpas aderisce all’Anagrafe Antifascista del Comune di Stazzema

5 febbraio 2018 - Il Comune di Stazzema, sede del Parco Nazionale della Pace, a settant'anni dall’entrata in vigore della Costituzione, ha creato un’Anagrafe Virtuale che raccolga tutti coloro i quali si sentono impegnati in difesa dei valori, che l'Associazione Nazionale Pubbliche Assistenze condivide, di libertà, democrazia, legalità e contro il diffondersi di episodi di intolleranza, di rievocazione, dei totalitarismi dello scorso secolo, che fecero della violenza lo strumento di affermazione contro oppositori politici, minoranze etniche e religiose.
Il volontariato costituisce la spina dorsale del nostro paese e fa parte di quei valori costituzionali che questa iniziativa intende non solo difendere, ma rilanciare nella loro grande attualità. Anpas ha aderito all'Anagrafe Antifascista, con il Consiglio Nazionale dello scorso 4 febbraio, perché tra i suoi principi statutari ci sono quelli costituzionali della democrazia, della partecipazione sociale e sulla attività di volontariato. 

Fabrizio Pregliasco, presidente Anpas: "Sulla proposta del Comune di Stazzema, anche sulla scorta dell’articolo 48 della Costituzione, e nel ricordo della nostra storia, quando nel 1930 il Decreto 84 sciolse le Pubbliche Assistenze e trasferì alla Croce Rossa le competenze relative al soccorso e tutti i loro beni, il Consiglio Nazionale Anpas ha ritenuto dar seguito a questa iniziativa"
Si può aderire all’iniziativa compilando un forum disponibile sul sito istituzionale del comune www.comune.stazzema.lu.it

Anpas aderisce all’Anagrafe Antifascista del Comune di Stazzema


L'Anagrafe antifascista. È una comunità virtuale di valori, aperta a tutti coloro che si riconoscono in una serie di principi enunciati sulla "Carta di Stazzema". Per aderire è sufficiente compilare online questo modulo.

Perché una Anagrafe antifascista nel 2018? Perché sta succedendo qualcosa di preoccupante. Si riaffacciano simboli, parole, atteggiamenti, gesti ed ideologie che dovrebbero appartenere al passato.
Non solo. Si fanno largo sentimenti generalizzati di sfiducia, insofferenza, rabbia, che si traducono in atteggiamenti e azioni di intolleranza, discriminazione, violenza verbale.

In rete e sui social media, sulle testate giornalistiche, nelle dichiarazioni politiche come nei bar e nelle strade. Principi che credevamo forti e stabili e che ci sembrano in pericolo.

Sottoscrivere la Carta ed aderire all'Anagrafe significa prendersi un impegno per la democrazia e a sostegno dei valori della nostra Costituzione


Nel 70º Anniversario dell'entrata in vigore della Costituzione Repubblicana, Il Comune di Stazzema istituisce L'ANAGRAFE ANTIFASCISTA per la costituzione di un Comune Virtuale antifascista. L'iscrizione all'Anagrafe è aperta a tutti sottoscrivendo la CARTA DI STAZZEMA

Iscriversi significa condividere, affermare, rivendicare i principi raccolti nella presente Carta, che sono alla base della nostra Democrazia, della Costituzione Italiana, della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani, del Parco Nazionale della Pace di Sant'Anna di Stazzema.

Iscriversi significa "essere per": un mondo senza guerre, terrore e forme di oppressione; un futuro migliore, di progresso sostenibile, bellezza e civiltà; la fiducia nell'uomo e nelle sue potenzialità, nella ragione, nella cultura.

Per questo l'anagrafe è antifascista, perché il Fascismo è sinonimo di totalitarismo e autoritarismo; non solo un periodo storico quanto anche l'espressione di una visione del mondo e dell'uomo orientata al passato, arcaica, fatta di istinti, violenza, discriminazione, oppressione, razzismo. Essere antifascisti è una battaglia di civiltà: è l'affermazione di un universo di idee e di valori opposti ai totalitarismi.

Aderendo al Comune Virtuale Antifascista e sottoscrivendo la Carta di Stazzema:

AFFERMIAMO che esistano diritti inalienabili che ogni essere umano possiede, senza distinzione per ragioni di pensiero, razza, colore, sesso, lingua, religione, opinione politica, origine nazionale o sociale.
AFFERMIAMO il valore della persona e delle sue libertà, di pensiero, coscienza e religione; il diritto di tutti: a poter esprimere liberamente le proprie opinioni, senza discriminazioni, minacce o persecuzioni, ad autodeterminarsi come individuo, ad avere un lavoro e condurre un'esistenza dignitosa; il diritto ad una sfera privata inviolabile nell'ambito della proprietà, della persona, della vita, della famiglia;
AFFERMIAMO il valore dell'istruzione e la possibilità di ognuno di accedere ad un'informazione libera, imparziale e accessibile a tutti, come strumento di pieno sviluppo della persona e di crescita collettiva;
AFFERMIAMO il valore della giustizia e di un giusto processo; la tutela delle minoranze; l'uguaglianza di tutti di fronte alla legge; il rifiuto di ogni schiavitù, tortura, punizione crudele o inumana;
AFFERMIAMO l'importanza delle pratiche democratiche, nella convinzione che la sovranità appartenga al popolo e che ognuno abbia diritto di partecipare al governo del proprio paese;
AFFERMIAMO il rispetto dell'altro, delle sue opinioni e convinzioni; il valore del dialogo, del confronto, come modalità di risoluzione dei conflitti fra individui come delle controversie internazionali;
AFFERMIAMO che il Futuro non è il Fascismo. La civiltà, il progresso, il futuro, appartengono alla dimensione democratica.
Aderire all'anagrafe è un impegno a sentirsi parte di una comunità, che agisce per affermare e rivendicare con orgoglio e coraggio i principi della Carta, per restituire loro forza, dignità, fascino, per riportarli al centro del dibattito pubblico, della vita quotidiana, della contemporaneità.


0
0
0
s2sdefault
powered by social2s

Su questo sito usiamo cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Questi cookies sono essenziali per le funzionalità del sito. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy. I accept cookies from this site.