Feels like home: volontari Anpas in Nepal per formare gli operatori dell'orfanotrofio

Inizia il viaggio di Cristiana e Niccolò, volontari Anpas, in Nepal per formare gli operatori dell’orfanotrofio Motherhood Care Nepal alle manovre salvavita e alle procedure di primo soccorso

31 ottobre 2017 - Dal 2 al 6 novembre, a Lalitpur in Nepal, Niccolò e Cristiana due volontari Anpas formeranno operatori e bambini dell’orfanotrofio Motherhood Care Nepal (MC Nepal), partner del Progetto Feels Like Home finanziato grazie al contributo della Chiesa Valdese, sulle operazioni di primo soccorso con l’obiettivo di fornire loro gli strumenti e le conoscenze base per assistere i bimbi accolti nell’istituto in caso di emergenza.

 

Feels Like Home: la missione in Nepal


Niccolò, della Fratellanza militare di Firenze, e Cristiana, della Pubblica Assistenza di Parma formeranno 20 operatori con una serie di lezioni teoriche e pratiche che permetterà loro di acquisire competenze e conoscenze necessarie su come affrontare i principali rischi cui sono esposti i bambini accolti nell’orfanotrofio riconoscendoli e gestendoli prima dell’arrivo dei soccorsi. L’attività di formazione, modulata con sessioni pratiche in cui i beneficiari si alleneranno nella simulazione delle manovre salvavita, prevede inoltre la fornitura all’Istituto di materiale sanitario utile a fare pratica (manichini pediatrico, adulto, neonatale) ma anche, e soprattutto, con cui intervenire in futuro (kit primo soccorso, kit bruciature, sfigmomanometri e altro). Il corso verrà esteso anche ai bambini dell’orfanotrofio, in quattro sessioni pomeridiane integrative, con l’obiettivo di sensibilizzare anche i più piccoli alle procedure di primo soccorso in qualsiasi situazione di emergenza.

Feels Like Home: la missione in Nepal

Il progetto Feels Like Home, nato grazie ad una solida collaborazione con il partner nepalese, ha come obiettivo il miglioramento del servizio di accoglienza e tutela dei minori del MC Nepal attraverso il supporto alla sua operatività, il rafforzamento della resilienza antisismica dell’edificio e la formazione degli operatori su aspetti sanitari e di primo intervento in caso di emergenza. Proprio quest’ultima attività, pronta ad essere implementata con il solito impegno e attenzione che ha contraddistinto i rapporti fra partners, verrà realizzata in loco da due volontari Anpas, selezionati dagli uffici competenti nazionali per competenze ed esperienze di valore.

Prima della partenza il referente Anpas della cooperazione internazionale, Luigi Negroni, ha salutato Niccolò e Cristiana con queste parole: “Siate soddisfatti del lavoro che realizzerete e di ciò che porterete in quella comunità: il modello del volontariato organizzato di Anpas basato sul principio che tutti possono salvare una vita umana e, soprattutto in quei territori, significherà lasciare in modo un messaggio di speranza e una prospettiva di vita migliore”.

Feels Like Home: la missione in Nepal

 


Il progetto. Anpas, in collaborazione con il suo storico partner nepalese Motherhood Care Nepal (MC Nepal), promuove Feel Like Home - Potenziamento dei servizi di accoglienza dei minori dell’orfanotrofio “Children’s Home” a Lalitpur, Nepal, progetto finanziato dalla Tavola Valdese tramite i fondi dell’Otto per Mille e cofinanziato da Anpas nazionale con la raccolta fondi Emergenza Nepal, successiva al terribile terremoto che ha colpito il paese nel 2015.

 

 

Il progetto Feels Like Homes in sintesi


Paese Beneficiario: Nepal ( Il progetto viene realizzato nella quartiere Harisiddhi, nella Lalitpur Sub-metropolitan City - Distretto di Lalitpur, Nepal)

Enti Finanziatori: Tavola Valdese, Anpas, Motherhood Care Nepal

Costo totale dell’intervento: €32573,35 (Quote partner: Chiesa Valdese €21488,27; Anpas €10634,68*; Motherhood Care Nepal €450,40)
*di cui Euro 9.634, 71 iniziativa Namaste + Euro 1.000 Premio Roma assegnato ad ANPAS da Rotaract Roma

Contesto
Dopo i due sequenze sismiche del 25 aprile e del 12 maggio 2015 che hanno colpito il Nepal, il paese ha contato quasi 9.000 vittime, oltre 22.400 sono rimaste ferite, oltre 600.000 abitazioni distrutte, quasi 300.000 abitazioni danneggiate, 765 strutture sanitarie danneggiate o distrutte. In totale sono stati colpiti 2,8 milioni di abitanti - di cui 1,1 milioni bambini e adolescenti, che rappresentano il 40% della popolazione del paese - in 31 dei 75 distretti del paese.

Personale insufficiente

Insufficienza di risorse essenziali (alimenti, vestiario, medicinali, ecc)
Danni strutturali subiti dall’orfanotrofio conseguentemente all’evento sismico
Necessità di intervento contro i traumi post-disastro subiti dai bambini
Sono stati gli elementi che hanno portato Anpas ad intervenire attraverso il progetto Feels Like Home


Obiettivo
Il progetto ha l’obiettivo di migliorare il servizio di accoglienza e tutela dei minori, già offerto nell’orfanotrofio “Children’s Home” gestito da Motherhood Care Nepal, attraverso il supporto alla sua operatività, la formazione agli operatori su aspetti sanitari ed educativi, e lavori di miglioria strutturale e riparazioni post-sisma.

Beneficiari diretti
40 bambini accolti nell’orfanotrofio
10 operatori dell’MC Nepal (educatori e staff amministrativo)
10 operatori della scuola Pabitra Prathana Secondary School (insegnanti, staff amministrativo,
operatori scolastici)
Beneficiari indiretti:
La popolazione dell’area della Lalitpur Sub-Metropolitan City e Harisiddhi (4.116 persone circa)
100 persone appartenenti alla rete sociale dei bambini rimasti privi di tutela
200 alunni della scuola Pabitra Prathana Secondary School
60 Formatori del primo soccorso (volontari Anpas) che potranno replicare il modulo
formativo con elementi interculturali

info e contatti: Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. Tel: 055.30.38.21

0
0
0
s2sdefault
powered by social2s

Su questo sito usiamo cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Questi cookies sono essenziali per le funzionalità del sito. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy. I accept cookies from this site.