Adozioni: CAI contro razzismo e bullismo verso i nuovi italiani

Anpas, con la Commissione per le Adozioni Internazionali, esprime profonda preoccupazione per i recenti gli episodi di razzismo nei confronti di quei figli adottivi che a causa del colore della loro pelle vengono fatti oggetto di atti di bullismo e vessazione

Il comunicato CAI. 11 aprile 2019 - Questi comportamenti del tutto censurabili si inseriscono in un clima in cui la diversità è purtroppo percepita come un disvalore invece che essere considerata una fonte di arricchimento individuale e collettivo.

adozioni Anpas

L’adozione internazionale oltre ad essere uno strumento di protezione dell’infanzia abbandonata nel mondo è altresì espressione dello spirito solidaristico e generoso per cui le coppie italiane sono unanimemente note tanto che l’Italia, in termini assoluti, è il secondo paese per accoglienza dopo gli Stati Uniti. Tante bambine e bambini, anche con bisogni speciali, dall'Africa, dall'India, dall'Asia e dal Sud America, oltre che dall'Europa, accolti in Italia come figli adottivi sono diventati quindi italiani a tutti gli effetti.

In questo periodo, la Commissione sta cercando di riallacciare rapporti istituzionali con alcuni Paesi che, in passato, avevano contribuito a soddisfare il desiderio di genitorialità di molte coppie italiane; queste manifestazioni di razzismo potrebbero compromettere la possibilità di nuovi accordi. Ci auguriamo pertanto che intolleranza e razzismo rimangano fenomeni isolati e contrastati da tutti coloro che hanno a cuore fratellanza, solidarietà e soprattutto il bene dei minori.

0
0
0
s2sdefault
  1. Twitter
  2. Facebook
  3. Instagram

Su questo sito usiamo cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Questi cookies sono essenziali per le funzionalità del sito. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy. I accept cookies from this site.