Protezione civile - Pubblicata l’ordinanza che disciplina i contributi per gli interventi di prevenzione del rischio sismico per l’annualità 2012

Anpas: un passo avanti fondamentale per la prevenzione


Viadana, Terremoto io non rischioSoddisfazione da parte di Anpas all'indomani della pubblicazione Gazzetta Ufficiale (n. 50 del 28 febbraio 2013) l’ocdpc n. 52, che disciplina i contributi per gli interventi di prevenzione del rischio sismico relativamente ai fondi disponibili per l’annualità 2012. Un importante provvedimento che regola le modalità di finanziamento degli interventi e prosegue nello sviluppo di quelle azioni che in passato sono state marginalmente toccate da specifici provvedimenti. La quota stanziata per il 2012, pari a 195,6 milioni di euro verrà utilizzata per studi di microzonazione sismica, interventi sull’edilizia privata, sulle strutture e infrastrutture cittadine di particolare importanza per i piani di protezione civile.

"È un importantissimo segnale da parte del Governo”, dichiara Carmine Lizza, geologo e responsabile nazionale Protezione Civile Anpas.

“Non era mai stata approntata una misura così completa ed efficace. Da parte nostra continueremo nell'opera di sensibilizzazione e divulgazione alla cittadinanza sia sulle norme comportamentali che sulle possibilità concrete che lo stato mette in campo per la sicurezza. Queste azioni, messe in campo in maniera efficace e "visionaria" con la campagna "Terremoto, io non rischio" (ideata insieme al Dipartimento di Protezione Civile, INGV e Reluiss), metteranno le istituzioni non solo nelle condizioni di proseguire nell'azione intrapresa, ma nello stesso tempo nella disponibilità di trovare maggiori risorse. Un grande apprezzamento da parte nostra per la CLE - Condizione Limite per l’Emergenza dell’insediamento urbano, che si propone di realizzare una maggiore integrazione delle azioni per la mitigazione del rischio sismico e migliorare la gestione delle attività di emergenza subito dopo un terremoto. Azione questa sperimentata con successo durante l'ultima esercitazione nazionale Basilicata 2012 da parte di Anpas".

 

Sostegno e apprezzamento anche da Luciano Dematteis, responsabile Anpas Consulta Nazionale del volontariato presso il Dipartimento di Protezione Civile: "Non possiamo che salutare con favore questo provvedimento. Da sempre auspichiamo di incrementare la prevenzione e l'abbiamo dimostrato con la massiccia partecipazione a terremoto io non rischio. Auspichiamo di essere coinvolti nella programmazione per l'utilizzo dello stanziamento per far si che sia effettivamente utile a migliorare la sicurezza dei cittadini e del territorio".

 

  



 

 

 

 

Link: la notizia sul sito del Dipartimento di Protezione Civile 


banner_iononrischio_300x100

ENGLISH VERSION

Le piazze del 13 e 14 ottobre 2012: oltre 1.500 volontari di 12 organizzazioni nazionali di protezione civile impegnati sabato 13 e domenica 14 ottobre in 102 piazze italiane nella campagna nazionale per la riduzione del rischio sismico: sono questi i numeri di “Terremoto – io non rischio”, l’iniziativa che si svolgerà in cento comuni a elevato rischio sismico o ritenuti particolarmente rilevanti per una efficace informazione alla popolazione su questo tema.


Info e Materiali

Clicca per ulteriori descrizioni dell'iniziatva promossa da Protezione Civile e ANPAS, in collaborazione conINGVReLUIS (Consorzio della Rete dei Laboratori Universitari di Ingegneria Sismica).

Scarica il materiale di "Terremoto-Io non rischio", prodotto nell'ambito del progetto Edurisk con la collaborazione di Giunti Progetti Educativi:


VIDEO

                                                                                                    

 

0
0
0
s2sdefault

Su questo sito usiamo cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Questi cookies sono essenziali per le funzionalità del sito. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy. I accept cookies from this site.