Maltempo: l'assistenza dei volontari Anpas, 5 novembre (in aggiornamento)

Emergenza maltempo: l'assistenza dei volontari Anpas 

5 novembre 2018, ore 1830 - In seguito all’allerta meteo e al maltempo che ha interessato l’Italia i volontari delle pubbliche assistenze Anpas hanno portato assistenza con interventi di protezione civile alle comunità colpite attivate dai comuni e dalle istituzioni locali.

Rocca Pietore - Le squadre della Croce Blu di Gromo sono a Rocca Pietore, in provincia di Belluno, ancora in supporto alle comunità locali per ripristinare l'elettricità con i gruppi elettrogeni. Dopo due giorni di lavoro con i generatori, l'energia elettrica è stata ripristinata quasi del tutto. I volontari Anpas stanno lavorando però per piccole utenze dove ancora manca l'energia elettrica, soprattutto per famiglie con anziani o bambinie

Colonna mobile Toscana in Veneto - I volontari di Anpas Toscana uniti alla colonna mobile regionale di protezione civile Toscana stanno operando a Falcade in provincia di Belluno

Sicilia - Da questa mattina una squadra di sette volontari sono impegnati a liberare delle abitazioni dal fango, presso la borgata Filaga (Prizzi).  

Ieri i volontari Anpas soprattutto in provincia di Palermo e Enna hanno lavorato per assistere le comunità colpite. La scorsa notte sei volontari della pubblica assistenza AVISP Prizzi hanno portato assistenza ai cittadini della borgata Filaga colpiti particolarmente dall’alluvione. A Enna, invece, diversi interventi, come da richiesta del Centro Operativo Comunale (COC), per piccoli cedimenti nelle strade più periferiche.  Nel pomeriggio di oggi la pubblica assistenza LeAli di Palermo è stata attivata dal dipartimento regionale di protezione civile per le ricerche del dottore disperso nel corleonese. I volontari della pubblica assistenza palermitano hanno messo a disposizione un camper e un mezzo di protezione civile 4x4.

Maltempo: l'intervento dei volontari Anpas


Dal Dipartimento della Protezone Civile

Una perturbazione di origine atlantica favorisce una nuova fase di maltempo sulle regioni settentrionali, in particolare sui settori alpini.
Sulla base dei fenomeni previsti e in atto è stata valutata per la giornata di domani, martedì 6 novembre, allerta gialla sulla Valle d’Aosta e sulla Liguria, buona parte del Piemonte, Lombardia occidentale, parte del Veneto e del Friuli Venezia Giulia, dell’Emilia Romagna, dell’Abruzzo e della Sardegna, nonché per la Sicilia occidentale.

 

 


Anpas raccomanda le norme della campagna di prevenzione Io non rischio Alluvione

Dopo l’alluvione

Segui le indicazioni delle autorità prima di intraprendere qualsiasi azione, come rientrare in casa, spalare fango, svuotare acqua dalle cantine ecc.
Non transitare lungo strade allagate: potrebbero esserci voragini, buche, tombini aperti o cavi elettrici tranciati. Inoltre, l’acqua potrebbe essere inquinata da carburanti o altre sostanze.
Fai attenzione anche alle zone dove l’acqua si è ritirata: il fondo stradale potrebbe essere indebolito e cedere.
Verifica se puoi riattivare il gas e l’impianto elettrico. Se necessario, chiedi il parere di un tecnico.
Prima di utilizzare i sistemi di scarico, informati che le reti fognarie, le fosse biologiche e i pozzi non siano danneggiati.
Tieniti informato sulle criticità previste sul territorio e sulle misure adottate dal tuo Comune.
Non dormire nei piani seminterrati ed evita di soggiornarvi.
Prima di bere l’acqua dal rubinetto assicurati che ordinanze o avvisi comunali non lo vietino; non mangiare cibi che siano venuti a contatto con l’acqua dell’alluvione: potrebbero essere contaminati.

0
0
0
s2sdefault

Su questo sito usiamo cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Questi cookies sono essenziali per le funzionalità del sito. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy. I accept cookies from this site.