Puglia, il TAR dà ragione ad Anpas Puglia: ribadito il ruolo del volontariato nell’affidamento dei servizi

Puglia, il TAR dà ragione ad Anpas Puglia: ribadito il ruolo del volontariato nell’affidamento dei servizi

12 gennaio 2018 - È stata pubblicata oggi, 12 gennaio la sentenza della seconda sezione del Tribunale amministrativo Regionale per la Puglia che ha riconosciuto, a favore di Anpas Puglia e la Pubblica Assistenza Anpas Mottola Soccorso, l’annullamento del bando di gara indetto dall’ASL di Taranto per l’affidamento del servizio di trasporto infermi in emergenza delle postazioni di ambulanza e di automedica del SET 118.

Il meeting di Anpas Puglia

Come già per altre sentenze (Piemonte 2015 e Liguria 2017), il giudice amministrativo ha riconosciuto e ribadito la possibilità per le associazioni di volontariato di accedere al sistema di affidamento diretto dei servizi, anche alla luce dell’entrata in vigore del codice del terzo settore (d.lgs. 3 luglio 2017, n. 117, entrato in vigore il 3 agosto). Anche in seguito alla sentenza della Corte di giustizia del 2014, il TAR ha ribadito che l’amministrazione, nell’affidamento del servizio “potrà procedere attraverso un affidamento in convenzione alle organizzazioni di volontariato valutando che il “raggiungimento delle finalità sociali, sia diretto al soddisfacimento di finalità solidaristiche, e costituisca una scelta tutoria dell'economicità dell'azione amministrativa, più specificamente, di efficienza del bilancio” (così relazione al codice del terzo settore)”.

Secondo Fabrizio Pregliasco, presidente Anpas, la sentenza “rappresenta un punto fermo per quello che sarà il mantenimento del ruolo di un volontariato, come quello delle pubbliche assistenze Anpas, rispetto a quello che non è un privilegio ma un’opportunità che ha una comunità di avere al suo interno cittadini attivi, formati e pronti ad esserci per gli altri. Un chiarimento necessario per continuare a consolidare la nostra collaborazione con gli amministratori della Puglia anche alla luce della nuova legislazione”

Soddisfazione anche da parte del consigliere nazionale Anpas, nominato dal comitato regionale Anpas Puglia, Pasquale Pastore: “importante è stato il coinvolgimento non solo di tutte le pubbliche assistenze Anpas della Puglia, ma anche di gran parte delle associazioni locali. Viene così confermata la credibilità di ciò che stiamo facendo da tanti anni e devo ringraziare gli avvocati Tamburini e Di Liddo che hanno unito le forze per arrivare a questo importante risultato”.


La sentenza


0
0
0
s2sdefault
powered by social2s

Su questo sito usiamo cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Questi cookies sono essenziali per le funzionalità del sito. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy. I accept cookies from this site.