ANPAS aderisce all'Alleanza Italiana per l'Anno Europeo dei Cittadini 2013

Continua anche per il 2013 l'impegno in Europa di Anpas. Il 2013 è stato ufficialmente proclamato “anno europeo dei cittadini”, in coincidenza con il ventesimo anniversario della cittadinanza dell’Unione, introdotta con l’entrata in vigore del trattato di Maastricht nel 1993. L’Anno ha un duplice intento: illustrare quanto finora realizzato e rispondere alle aspettative future dei cittadini.

"La Cittadinanza attiva per noi è un elemento fondante della nostra mission", dice Fabrizio Pregliasco, Vicepresidente Anpas Nazionale, "tutti i volontari delle pubbliche assistenze quotidianamente praticano questo principio. Per noi la cittadinanza attiva è la partecipazione del cittadino alla vita civile del suo Paese, onorando i propri doveri, e conoscendo ed esigendo i diritti propri e quelli altrui. L’anno europeo dei cittadini ha esattamente questo scopo: coinvolgere i cittadini europei a praticare concretamente questi principi. Ben venga questo lancio in un momento in cui l’Europa è vista solo per aspetti economico-finaziari che ne hanno offuscato l’immagine e il lungo lavoro di costruzione di cittadini non solo del proprio stato ma di una comunità più grande"

L’anno europeo è stato istituito con la decisione del Parlamento europeo e del Consiglio, su proposta dalla Commissione, pubblicata oggi nella Gazzetta ufficiale dell’Unione europea. Le manifestazioni previste metteranno in risalto le politiche e i programmi esistenti e spiegheranno ai cittadini come beneficiare direttamente dei diritti dell’Unione. Scopo dell’evento è inoltre lanciare un dibattito pubblico sull’Unione europea del futuro e sulle riforme necessarie per migliorare la vita quotidiana dei cittadini europei.
L’anno europeo dei cittadini sarà ufficialmente inaugurato il 10 gennaio 2013 a Dublino con un dibattito pubblico, in concomitanza con l’inizio della presidenza irlandese del Consiglio e prevede una serie di dibattiti pubblici sul futuro dell’Europa, aperti a tutti i cittadini, che si terranno dovunque nell’Unione: http://ec.europa.eu/european-debate/interactive_map/estonia/index_it.htm.
Per l’occasione le principali organizzazioni della società civile europee hanno stretto un’alleanza, la European Year of Citizens 2013 Alliance, che collabora con la Commissione quale partner strategico in rappresentanza della società civile.
In Italia, le principali organizzazioni della società civile, tra le quali Anpas, hanno creato una rete, l'Alleanza italiana per l'Anno Europeo dei cittadini 2013 (EYCA), alla quale aderiscono Acli, Anpas, Arci, Cipsi, Cittadinanzattiva, Fish, Focsiv, Labsus e Movi. Le organizzazioni promotrici dell'Alleanza italiana sono: Forum Nazionale del Terzo Settore, Cime (Consiglio italiano del movimento europeo) e Alda.
raccogliere pareri e idee direttamente dai cittadini con l'utilizzo anche dei social media.
Le linee generali d'azione, lungo le quali l'Alleanza Italiana si muoverà, sono quelle sancite nella Dichiarazione"2013 Noi, Cittadini d'Europa...",  che conformemente al Manifesto Europeo, impegna i propri membri a: sensibilizzare e diffondere presso tutti i cittadini residenti in Italia laconsapevolezza dei propri diritti, aiutandoli così a ricorrere agli strumenti tipici della democrazia partecipativa; diffondere una cultura della trasparenza a livello politico e amministrativo, premendo presso i poteri pubblici; assicurare l'applicazione in Italia della Convenzione di Aarhus e il Codice di buone prassi per la partecipazione civile della Conferenza delle OING del Consiglio d'Europa; avviare un processo di revisione costituzionale del Trattato di Lisbona, promuovendo l'unione politica federale europea, sul modello costituzionale di una democrazia sovranazionale rappresentativa e partecipativa.

Il sito di riferimento dell'Alleanza europea è http://ey2013-alliance.eu/

Per informazioni sulle modalità di adesione all'Alleanza italiana è possibile contattare il Cime.

 

La Commissione europea ha proposto di proclamare il 2012 “Anno europeo dei cittadini” per sottolineare il 20esimo anniversario dell’introduzione della cittadinanza dell’Unione europea nel trattato di Maastrict.Le principali organizzazioni e reti della società civile si sono unite e hanno creato l’Alleanza AEC2013 per  avanzare  proposte  rivolte  a  collocare  la  cittadinanza  europea  al  centro  dell’agenda  politica dell’UE. Facendo affidamento sull’esperienza e le conoscenze dei suoi membri che continuamente operano perché la cittadinanza diventi una dimensione permanente e trasversale del processo decisionale, dell’attuazione e della valutazione delle politiche pubbliche europee, l’Alleanza AEC2013 promuoverà attività che abbiano un impatto sulla costruzione di un’Unione europea dalla parte dei cittadini, che non sarà più ristretta solamente a preoccupazioni di natura economica e che faciliterà e sosterrà varie espressioni e la mobilitazione della cittadinanza attiva.
Scarica il documento integrale

 


 

Sito web dell’anno europeo dei cittadini:
http://www.europa.eu/citizens-2013
La tua Europa - Aiuto e consigli per i cittadini dell’UE e la loro famiglia:
http://europa.eu/youreurope/citizens/index_it.htm
Relazione 2010 sulla cittadinanza dell’Unione (che propone di proclamare il 2013 anno europeo dei cittadini):
http://eur-lex.europa.eu/LexUriServ/LexUriServ.do?uri=COM:2010:0603:FIN:IT:PDF

 


0
0
0
s2sdefault
powered by social2s

Su questo sito usiamo cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Questi cookies sono essenziali per le funzionalità del sito. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy. I accept cookies from this site.