RICOSTRUZIONE CAMPO AQUILA RUGBY:

Lettera della Polisportiva L'Aquila Rugby ed aggiornamento ottobre 2013

Cari Amici, se pensavate che fossimo spariti, inghiottiti dalla tempesta di burocrazia e di affanno parossistico …..per fare poco, troppo poco, che ci ha assalito dopo il terremoto ………vi siete sbagliati, ci siete andati vicini, molto vicini…ma avete sbagliato….. siamo ancora qui!!!!

Noi del Rugby siamo come Voi…..non ci arrendiamo mai!!!! MAI !!!

 

Ed alla fine ce l’abbiamo fatta, non ancora completamente ma ce l’abbiamo fatta a farci concedere la possibilità di realizzare un nuovo campo per i nostri giovani atleti, di dare corpo al nostro progetto che con il vostro insostituibile e generosissimo contributo ci eravamo prefissi di realizzare.

 

Posso, quindi, cominciare a raccontarvi che cosa stiamo facendo grazie a voi, grazie al vostro contributo.

 

Ricorderete che, qualche anno fa, avevamo pensato ad un progetto che abbiamo condiviso con voi, che abbiamo caparbiamente voluto e che, alla fine, siamo riusciti a iniziare e che, ve lo promettiamo, porteremo a termine.. oltre che ai nostri giovani atleti lo dobbiamo a voi ed alla vostra generosità.

 

Ma ci sono anche delle belle novità che sinteticamente oggi vi illustro e che tornerò a dettagliare quando il “racconto” diventerà più puntuale e, soprattutto, quando la burocrazia mi lascerà un minimo di tempo per comunicare con voi, i nostri amici dell’ ANPAS.

 

In estrema sintesi le novità sono queste:

 

-         al “nostro progetto” (ANPAS & Polisportiva L’Aquila Rugby) si è affiancata anche la F.I.R. (Federazione Italiana Rugby) che sta già realizzando un campo in erba sintetica sul nostro terreno di gioco principale.

Questa realizzazione si affiancherà al campo più piccolo che realizzeremo grazie al vostro contributo e che consentirà ai più piccoli di avere un campo tutto loro per gli allenamenti e per i loro tornei.

Il campo in sintetico ci risolverà non pochi problemi.

Non credo debba spiegarlo a chi, come voi, ha conosciuto quanto sia duro l’inverno a L’Aquila!

-         Abbiamo partecipato ad un bando regionale per il finanziamento di opere di completamento e miglioramento delle attrezzature sportive ed abbiamo ottenuto, con il “nostro progetto”, un contributo di 150.000 euro.

Ma torniamo alla nostra storia che siamo stati costretti ad interrompere a marzo 2013 quando vi abbiamo mandato la foto del campo reinerbito grazie al vostro contributo.

 

Come purtroppo succedeva tutti gli anni a fine stagione il campo si era, ovviamente, rovinato non poco per la troppa usura ( abbiamo messo a disposizione il nostro terreno di gioco - questo è il nostro stile - alle altre società che non avevano la possibilità di utilizzare un loro campo, e questo in aggiunta all’utilizzo delle centinaia di nostri atleti - sono poco meno di 300- lo ha sostanzialmente massacrato) capirete, quindi, come possa esser utile un campo in sintetico che dovrebbe garantire una durata molto molto più lunga.

 

Ma per garantire che questa nuova realizzazione non fosse sottoposta a rischi inutili siamo stati costretti a sopraelevare il terreno di gioco per evitargli o perlomeno per limitare il pericolo di allagamento.

Ma che centra l’allagamento?! dirà qualcuno. Ve lo spiego.

Siccome non ci facciamo mancare nulla……l’area su cui è ubicato il nostro complesso sportivo è sottoposta a rischio di esondazione e, capirete, che se questo è un problema di modesta entità per un campo in erba sicuramente diventa di valenza maggiore per un campo in sintetico cui non giova stare sott’acqua.

Siccome come dicevo prima NON CI ARRENDIAMO MAI abbiamo sopraelevato il terreno di quel tanto che lo mette in sicurezza portandolo ad un livello che negli ultimi cento anni non è stato mai raggiunto dalle esondazioni.

Facendo i dovuti scongiuri…speriamo basti!!!! Gli studi questo dicono.

A pensarci bene anche il terremoto erano centinaia di anni che…….

 

Ma qui voglio darvi una notizia che ritengo venga da voi percepita per quel valore simbolico che ha per noi aquilani.

La sopraelevazione dei nostri terreni di gioco viene realizzata con le macerie delle nostre case che L’Amministrazione ci ha fornito gratuitamente ma delle quali dobbiamo pagare il trasporto dal sito dove vengono selezionate, trattate, analizzate e rese conferibili, alla nostra sede.

E’ una spesa ulteriore, questo è certo, ma la affrontiamo volentieri (e chiediamo anche per questo l’utilizzo di parte della vostra donazione).

 

Riteniamo, infatti, che questo sia un segno forte di volontà di rinascere che diamo con questo nostro voler continuare a correre, a giocare, a formarci come sportivi e come cittadini migliori sul terreno realizzato sulle macerie delle nostre case.

Le macerie hanno provato a seppellirci, a fermarci, a farci arrendere ma adesso ….. ce le mettiamo sotto i piedi ed andiamo avanti!

Tutto il resto del progetto resta uguale come ve lo avevamo già presentato troppo tempo fa e, ve lo promettiamo, lo realizzeremo tutto e faremo una grande festa insieme a voi quando lo avremo ultimato, senza di voi non ce l’avremmo fatta mai e per questo non finiremo mai di ringraziarvi.

 

Nelle puntate che seguiranno, speriamo con maggior frequenza, vi racconterò l’andamento dei lavori ma anche gli ostacoli che ci ha frapposto qualche “limitato povero di spirito presunto sportivo” e discutibile cittadino.

 

Se ce la faccio, (sono un pessimo utilizzatore del computer) vi mando delle foto dei lavori con qualche commento altrimenti solo le foto.

In seguito mi farò aiutare da qualche giovane dei nostri atleti che sicuramente sarà in grado di fare ciò che io, nato tanto tempo fa, forse non so fare.

 

 

Grazie, grazie di tutto e….. a presto!

 

Vincenzo de Masi (Presidente Polisportiva L'Aquila Rugby)

 


 

IL PRIMO CAMION ARRIVA SUL NOSTRO CAMPO


 

LE PRIME MACERIE SCARICATE


 

IL PRIMO CAMION, DOPO AVER SCARICATO, RIPARTE PER NUOVI CARICHI. L'AVVENTURA E', FINALMENTE, COMINCIATA!


 

FINALMENTE COMINCIANO I LAVORI!


 

GIOVANNI E PEPPE, GLI ADDETTI AGLI INPIANTI DELLA POLISPORTIVA, ASSISTONO AL PRIMO SCARICO DI MERCI TRATTATE.


 

RIUNIONI DI ESPERTI. DISSERTANO SUL DA FARSI


 

LA GIOIA DI BEPPE SOPRA IL PRIMO CUMULO DI MACERIE. E' INCONTENIBILE!!


 

GIOVANNI SEGUITA I SUOI RAGIONAMENTI CON L'AUTISTA. COSA SI DIRANNO?


 

IL LAVORO CONTINUA. CHE BELLO! SEMBRA UN SOGNO!!


 

DOPO DUE ORE DI SCARICO DEI CINQUE BILICI IMPEGNATI


 

TRE GIORNI DOPO IL CAMPO E' GIA' TUTTO PIENO DI MACERIE... ED I NOSTRI ATLETI NON SI ARRENDONO. CONTINUANO AD ALLENARSI SUL POCO SPAZIO DISPONIBILE.

 

SEGUI LA RICOSTRUZIONE DEGLI IMPIANTI DELLA POLISPORTICA L'AQUILA RUGBY!

 

0
0
0
s2sdefault

Su questo sito usiamo cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Questi cookies sono essenziali per le funzionalità del sito. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy. I accept cookies from this site.