Flood: prove di esercitazione a Bolzano

Si terrà a Bolzano dal 24 al 26 febbraio 2016, la prima esercitazione “per posto comando”, del progetto FLOOD. Anpas è partner di questo progetto che nasce all’interno della rete Samaritan International e finanziato con fondi privati.

Obiettivo è quello di creare procedure e metodologie d’intervento per rispondere in caso di alluvioni che potrebbero colpire uno dei paesi partner - Italia, Germania – Austria – Ungheria - Repubblica Ceca – Rep. Slovacca e Polonia. Per ottenere questo risultato, ogni partner ha potuto dotarsi di materiale specialistico utile per creare un possibile modulo da mettere a disposizione in caso di emergenza insieme a volontari preparati e formati.

Flood, Bolzano 25 febbraio

Obiettivo generale del progetto SAMETS, per una più efficace cooperazione tra i membri di SAMI è che i rispettivi membri possano essere meglio preparati per la possibile prossima emergenza alluvione inondazione, attraverso l'acquisizione di attrezzature specifiche , lo scambio delle migliori pratiche e soluzioni innovative, nonché attraverso esercitazioni congiunte di formazione, e, quindi, sarà in grado di svolgere le loro attività di aiuto a livello nazionale così come a livello transfrontaliero rapido ed efficiente. Questo sarà anche raggiungibile attraverso l'approfondimento della cooperazione tra le organizzazioni Samaritan e stakeholder pubblici e politici sul livello nazionale e comunitario. 

Anpas ha messo a disposizione il proprio materiale da mettere a disposizione una Pompa ad alta capacità. L’esercitazione per Posto Comando dei prossimi giorni, servirà a testare le procedure e a preparare le squadre che dovranno successivamente essere impegnate nella esercitazione reale di fine aprile in Austria. Durante l’esercitazione di Bolzano saranno impegnati per Anpas Battista Santus, Stefano Vallari e Samuele Pezzuolo ed Egidio Pelagatti, della Direzione Nazionale. Coordinamento del progetto per Anpas di Aurelio Dugoni


Il progetto Flood. Le Organizzazioni di Samaritain International di diversi paesi , in Germania ASB , ASBO in Austria , SFOP in Polonia, ASCR nella Repubblica Ceca, in Ungheria e USB ASSR in Slovacchia, hanno affrontato l'alluvione alluvione che si è avuta nella primavera del 2013. Le organizzazioni di Samaritan International hanno inviato unità di soccorso e di emergenza nelle zone colpite , con centinaia di volontari per aiutare le persone colpite. In considerazione dell’ampiezza dell’area colpita (centro europa), molte migliaia di persone sono state evacuate e alloggiate in rifugi di emergenza. In queste strutture erano presenti medici e mezzi di trasporto dei pazienti. Allo stesso tempo , i Samaritani hanno aiutato le famiglie colpite , contribuendo per il pompaggio dell’acqua e per la pulizia delle abitazione colpite dall’alluvione. Le inondazioni come tutti i disastri naturali hanno oltrepassato le frontiere ed per questo che , nel caso del recente disastro, si è attivata una cooperazione transfrontaliera d SAMI. Per ottimizzare e coordinare le misure di emergenze sovranazionali (come le inondazioni transnazionali locali), il Segretariato Generale di SAMI , in qualità di coordinatore dei suoi membri , si fa promotore di un progetto congiunto che affronti le alluvioni transfrontaliere. 

Vedi anche Io non rischio Alluvione

 

0
0
0
s2sdefault

Su questo sito usiamo cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Questi cookies sono essenziali per le funzionalità del sito. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy. I accept cookies from this site.