Samaritan international: Anpas a Monaco per l'incontro dei giovani

Stampa

Monaco: l'incontro con dei giovani Samaritan international. Il diario di Stefano Sala, responsabile politiche giovanili Anpas

Nello zaino c'erano poche cose: qualche penna, evidenziatore, un block notes per prendere gli appunti dell'incontro in giornata, il power bank, il PC e le cuffie per guardare qualche episodio di una serie TV nei momenti morti durante gli spostamenti.
Il mio compagno di viaggio é stato Marco, un volontario di Anpas Lazio, che ho invitato ad essere presente per poter condividere insieme a me questa prima esperienza delle politiche giovanili all'interno di Samaritan. Proprio Anpas Lazio era stata il cuore pulsante per le politiche giovanili in Anpas e mi sembrava corretto che per questa nuova esperienza ci fosse un loro rappresentante.
Siamo andati a Monaco per il primo incontro tra i giovani referenti delle associazioni europee di Samaratan international. Lo scopo di questa prima riunione era capire se c'era l'intenzione, proprio dai ragazzi inviati dalle associazioni, di creare all'interno di sami un nuovo centro di competenza per i giovani, con un gruppo di lavoro permanente e con eventi ed attività appositamente studiate.
Siamo arrivati a Monaco a metà mattinata e, dopo aver preso un treno e un autobus abbiamo raggiunto la sede di ASB Monaco, a un'oretta dall'aeroporto. Abbiamo mangiato un panino al volo, subito prima dell'incontro che iniziava alle 13, in una birreria molto carina a pochi minuti dalla sede di ASB monaco, avevamo poco tempo e non potevamo arrivare in ritardo proprio la prima volta!


La stanza scelta per la riunione era uno spazio nuovo e insolito: si é capito da subito che non sarebbe stato un incontro formale ma molto aperto. Eravamo in una grande stanza, la saletta "ricreazione" di Samaritan Internatioanal, con tantissime finestre, molto luminosa, c'erano dei tavolini in giro, le macchinette del caffè, dolci, potevamo prenderci una pausa liberamente, senza interrompere i lavori. Eravamo seduti in cerchio.

Monaco: l'incontro con dei giovani Samaritan international. Il diario di Stefano Sala, responsabile politiche giovanili Anpas

L'incontro si é svolto tutto in inglese, l'unico modo per poterci parlare proveniendo ognuno da diversi paesi d'Europa: Germania, Austria, Lettonia, Polonia, Slovacchia e Italia, con una rappresentanza anche dell'Alto Adige... eravamo tutti questi!

I rappresentanti di Samaritan International, Ivo Bonamico (segretario generale) e Paul Wardenga, ci hanno chiesto se ci fosse l'intenzione di iniziare a lavorare sulle politiche giovanili all'interno della rete, dedicando un gruppo di lavoro permanente proprio a questo, inaugurando un settore che all'interno della rete non era mai esistito fino a oggi.

È iniziata da subito la discussione con uno scambio di idee su cosa intendessimo noi per politiche giovanili, quale fosse il rapporto tra i giovani all'interno delle nostre associazioni e quali fossero le attività più comuni che coinvolgevano in modo diretto i ragazzi.

La seconda parte del pomeriggio é stata incentrata su diverse domande: quale puó essere il contributo dei giovani all'interno di Samaritan International? Cosa significhi essere un giovane in una rete europea? Quali possono essere le modalità di partecipazione? Quali attività potremmo andare a proporre? Abbiamo concluso l'incontro decretando ufficialmente la nascita del CCY il Centro di Competenze dei Giovani di Samaritan International, avendo la voglia di gettare le basi per costruire una rete europea che sia in grado di essere un ponte per i ragazzi delle diverse associazioni.


Rientriamo a casa con la consapevolezza di aver iniziato a mettere un primo mattoncino per la costruzione del settore delle politiche giovanili all'interno di samaritan con la voglia di continuare a lavorare per incrementare e affinare le modalità di partecipazione dei giovani volontari anche all'interno del nostro movimento.

La prossima tappa sarà ad agosto, in occasione delle celebrazioni per i 25 anni di Samaritan, fare ufficialmente il primo incontro del neonato gruppo di lavoro con l'intento di impostare iniziare a darsi degli obiettivi concreti e immediatamente raggiungibili

0
0
0
s2sdefault
powered by social2s

Su questo sito usiamo cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Questi cookies sono essenziali per le funzionalità del sito. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy. I accept cookies from this site.