Cerca

Cerca
Close this search box.

23 maggio, 2016. Oggi, a Palermo, in piazza Magione, 50.000 studenti di tutto il Paese stanno formando un grande coro contro la mafia e per la legalità in occasione del XXIV anniversario delle stragi di Capaci e Via d’Amelio. La giornata nel ricordo di Giovanni Falcone, Paolo Borsellino, Francesca Morvillo e degli agenti delle loro scorte, vede anche la presenza dei volontari Anpas che stanno gestendo l’assistenza sanitaria con due Posti Medici Avanzati (PMA), con medici e infermieri, e un’ambulanza.

Anpas e Libera contro le mafie

La giornata che è iniziata questa mattina nell’aula Bunker ed è proseguita in via D’Amelio con un corteo che si è fermato davanti l’albero Falcone, in via Notarbartolo, proseguirà fino alle 19:00 di questa sera. 

“Siamo onorati di poter essere presenti a una giornata così importante attraverso le pubbliche assistenze che operano nel territorio di Palermo”, ha dichiaro il presidente di Anpas Sicilia Lorenzo Colaleo, “Anpas Sicilia sarà presente anche con una piccola delegazione del gruppo giovani della pubblica assistenza di Saponara. È anche nostro compito, in fondo, nell’esempio dei tanti che hanno lottato contro la mafia, far germogliare i semi della legalità e il grande amore per questa terra.”


 Anpas e Libera 

Il fatto di essere “pubbliche” assistenze impone alle associazioni e ai volontari aderenti ad Anpas di “sollecitare le Istituzioni nel promuovere azioni e comportamenti coerenti rivolti ai guasti della società (Carta d’Identità Anpas).  Per questo Anpas ha aderito a “Libera. associazioni, nomi e numeri contro le mafie” con l’obiettivo, comune di sollecitare la società civile nella lotta alle mafie e promuovere legalità e giustizia.

Torna in alto