Cerca

Cerca
Close this search box.

CINQUE PER MILLE: PUBBLICATI GLI ELENCHI DEI BENEFICIARI CON GLI IMPORTI

PER L’ESERCIZIO 2009

 

L’Agenzia delle Entrate ha pubblicato il 28 febbraio 2011, sul proprio sito, gli elenchi definitivi dei beneficiari del 5 per mille con le scelte espresse dai contribuenti e gli importi assegnati agli enti ammessi al riparto per l’esercizio 2009 (redditi 2008). Gli elenchi sono suddivisi per denominazione, codice fiscale e importo.

 

Come ha reso noto l’Agenzia, la somma complessiva attribuita quest’anno con le dichiarazioni dei redditi ammonta a 420 milioni di euro. Di questi, oltre 412 milioni sono stati ripartiti tra gli enti aventi diritto. La parte rimanente, circa 8 milioni di euro, non sarà assegnata, invece, perché relativa a scelte espresse a favore di enti esclusi dal beneficio, sia per mancanza dei requisiti sia a causa di errori nella procedura di iscrizione.

Tra le principali novità rispetto all’anno scorso, l’Agenzia sottolinea che sono aumentati sia le somme da erogare (397,5 milioni di euro, su una somma totale di 415,6 milioni nell’esercizio 2008), sia i contribuenti che hanno espresso la propria preferenza, pari a quasi un milione in più. Invece, sono diminuiti in misura significativa gli enti del volontariato (da 7.227 per l’esercizio 2008 a 3.493 per l’esercizio 2009), a causa di documentazione tardiva o carente.

 

Anche quest’anno, le scelte dei contribuenti hanno premiato il mondo del volontariato, che riceverà 267,7 milioni di euro

 

Per quanto riguarda, infine, la modalità di pagamento, gli enti del volontariato potranno beneficiare di una procedura più rapida, che prevede l’accredito diretto delle somme su conto corrente bancario o postale – grazie alle intese raggiunte tra Ministero del Lavoro e Agenzia delle Entrate. Per fruire di questa opportunità, gli enti beneficiari, attraverso i propri rappresentanti, devono comunicare all’Agenzia le proprie coordinate IBAN. Coloro che ancora non hanno provveduto, possono farlo, optando tra una delle seguenti soluzioni:

– accedere ai servizi telematici (richiedendo il pin code) e utilizzare l’apposita procedura;
– consegnare a un qualsiasi ufficio dell’Agenzia il modello per la richiesta di accreditamento su conto corrente bancario o postale di rimborsi fiscali o di altre forme di erogazione riservato a soggetti diversi dalle persone fisiche.

 

Coloro che non dispongono di conto corrente o non vogliono comunicare i dati richiesti saranno comunque pagati successivamente a cura del Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali con modalità diverse.

 

Allegati:

Elenchi ed istruzioni per il pagamento

Comunicato stampa Agenzia delle Entrate

 

 

Torna in alto