Cerca

Cerca
Close this search box.

La visione della Storia:  il fondo utilizzo del 5 PER MILLE ANNO 2013 all’archivio storico Anpas

L’Archivio di Anpas ha acquisito nel tempo la giusta centralità che merita, diventando non solo il centro dell’attività amministrativa dell’Ufficio, ma anche grazie alle scelte politiche dei dirigenti che lo hanno fatto diventare uno degli elementi centrali della coscienza storica del movimento.

Il cuore è nelle radici

 

Necessariamente l’attività deve proseguire sia per la conservazione storica, quindi con l’implementazione dei documenti che studiosi o chiunque possono consultare e studiare anche attraverso l’inventario on line o recandosi presso la sede della sezione storica, ma anche attraverso la costruzione delle buone pratiche d’ufficio attraverso un aggiornamento costante del personale.

COSA È STATO FATTO

 Nel 2009 l’Archivio storico di Anpas nazionale ha ricevuto dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali – Soprintendenza Archivistica per la Toscana con nota 876 del 17 maggio 2010, la dichiarazione di interesse storico, in quanto esso costituisce “una fonte di primaria importanza per lo studio dell’associazionismo di pubblica assistenza in Italia” e per documentare la storia sociale, la tradizione e l’innovazione dell’assistenza pubblica nel nostro Paese.

 Nel 2010 Anpas ha aderito al progetto “Non ti scordar di te” del CESVOT Centro Servizi per il Volontariato della Toscana, che offre un servizio di ordinamento, descrizione e conservazione degli archivi delle associazioni di volontariato toscane, con particolare attenzione all’archivio corrente.

 Il 1 settembre del 2011 ha avuto inizio il progetto di riordino dell’Archivio Storico di

Anpas Nazionale e del Comitato Regionale Anpas Toscana, finanziato con i fondi “8 per mille” e con il supporto tecnico scientifico del CESVOT.

 Nel 2015 grazie ai fondi del 5 per mille del (mettere anno 2012) sono stati riordinate inventariate e passate nella sezione storica, l’archivio aggregato ONG e le seguenti serie: iniziative, congressi, protezione civile. Inoltre ampia parte del progetto è stata dedicata alla formazione del personale dipendente.

Tutti i progetti sono stati realizzati con la consultazione costante della Soprintendenza Archivistica della Toscana al fine di evitare il deterioramento e la dispersione dei documenti conservati e di rendere fruibile l’archivio a studiosi e pubblico in generale. Il lavoro sulle carte è stato effettuato da Archivisti professionisti.

Gli obiettivi da raggiungere attraverso i nuovi fondi del 5 per mille sempre attraverso le stesse metodologia dei progetti precedenti:

 Arricchire ulteriormente la sezione Storica con il riordino di parte dei documenti in deposito (serie pubbliche assistenze)

 Concludere in modo definitivo la formazione del personale e la realizzazione del Titolario di Classificazione e del massimario di scarto

 Favorire la conoscenza del nostro archivio storico attraverso iniziative realizzate con il gruppo della comunicazione.


                       

 

L’archivio storico Anpas sul Sistema Informativo Unificato per le Soprintendenze Archivistiche

L’archivio storico Anpas Toscana sul Sistema Informativo Unificato per le Soprintendenze Archivistiche

L’inaugurazione dell’Archivio storico di Anpas

Consulta l’archivio storico Anpas online

{loadposition ArchSto_Spalla}

 

Come e quando consultare l’Archivio Storico Anpas. L’Archivio storico di Anpas nazionale e del Comitato Regionale Anpas Toscana si trova in Via Pio Fedi 46/48 a Firenze.   È possibile la consultazione on line degli inventari attraverso la piattaforma informatica OsseeGenius.  La consultazione dei fondi archivistici è aperta ad utenti esterni previo appuntamento dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle ore 17.00.  

Per gli appuntamenti per la consultazione dell’Archivio scrivere a: segreteria2@anpas.org – formazione@anpastoscana.it 

Tel. +39 055.303821 – 055.787651

 

 

Torna in alto