Cerca

Cerca
Close this search box.

«Un’ambulanza per Taoulaoualt» è un progetto creato e sviluppato dalla Croce Verde Felizzano in seguito alla dismissione di un’autoambulanza perfettamente funzionante, ma ormai datata e alla richiesta di aiuto pervenuta alla pubblica assistenza di Felizzano da un’associazione marocchina.

 

Sabato 13 giugno la vecchia ambulanza della Croce Verde Felizzano, la Eco14, effettuerà l’ultimo viaggio sul territorio nazionale. Il mezzo sarà portato a destinazione, Taoulaoualt, da tre volontari della Croce Verde Felizzano, nello specifico dal presidente Marco Testore, dal consigliere Aziz Ait Ba e da Enrico Demartini. L’ambulanza verrà imbarcata su un traghetto per il Marocco sulla tratta Genova-Tangeri e poi verrà guidata per 800 chilometri, di cui 100 di strada sterrata, per raggiungere Taoulaoualt un villaggio rurale che si trova nella zona del Tinghir in Marocco.

 

Il presidente della Croce Verde di Felizzano, Marco Testore: «Il mezzo è in ordine e ancora in ottimo stato, ma purtroppo trascorsi 15 anni non è più adatto all’attività di trasporto che svolgiamo quotidianamente, verrà sostituito da una nuova ambulanza che a breve si aggiungerà al nostro

 

parco mezzi. Visto che l’ambulanza nel 2000 ci era stata donata dal dottor Franco Pettazzi in memoria del padre, Cesare Pettazzi, non vogliamo venderla né rottamarla, ma abbiamo pensato di ripetere il gesto che ci era stato fatto all’epoca e di regalarla a nostra volta. Abbiamo optato per l’associazione marocchina dei genitori iscritti nel gruppo scolastico di Taoulaoualt.

Da Felizzano al Marocco

 

È un primo passo che ci avvicinerà alla realtà locale di questo villaggio, verificheremo sul posto i bisogni della popolazione con la quale nascerà senz’altro una collaborazione futura, per fornire loro aiuto e materiale sanitario. Un ringraziamento va ad alcuni professionisti che anonimamente ci hanno aiutato nell’operazione e a Grandi Navi Veloci che vista la natura benefica e umanitaria del progetto ha concesso il trasporto gratuito a bordo del traghetto.

 

L’iniziativa è nata grazie al nostro consigliere Aziz Ait Ba, nativo di Taoulaoualt, che ha raccolto la necessità dei suoi compaesani di dotarsi di un’ambulanza per effettuare il trasporto di feriti o di partorienti dal villaggio al primo punto medico a circa 50 chilometri o al primo ospedale distante 90 chilometri, entrambi raggiungibili percorrendo strade in terra battuta».

 

Un’ambulanza per l’Armenia, da Orbassano – sito
Futa Kaira: da Signa al Gambia – sito

Da Civitella Roveto al Mali – sito
Torna in alto