Cerca

Cerca
Close this search box.

56.460 interventi d’emergenza nel 2018: i numeri della Croce Bianca di Bolzano

Venerdì, 8 giugno, si è tenuta l’assemblea generale dei soci della Croce Bianca. Di nuovo essa ha potuto presentare buoni risultati, molti volontari pieni di entusiasmo e progetti di successo. Inoltre registra un aumento dei soci annuali e degli interventi in quasi tutti gli ambiti di lavoro.

 

Assemblea Croce Bianca

Come ogni anno i soci della Croce Bianca si ritrovano alla loro assemblea per i soci per approvare il bilancio consuntivo positivo dell’anno passato e la previsione per l’anno 2018. A questo proposito la Presidente Barbara Siri ha potuto presentare dati impressionanti: nel 2017, con 121.456 soci sostenitori, si è riusciti a raggiungere un nuovo record di adesioni dalla fondazione dell’associazione.

Inoltre, nel 2017, l’associazione contava 3.234 volontari, cifra mai raggiunta finora. Essi hanno svolto più della metà del lavoro totale dell’associazione, quasi il 58%. Per la Presidente Barbara Siri un valore inestimabile per la comunità solidale della nostra provincia: “L’aumento dei volontari è il miglior segno dell’ottima collaborazione tra i volontari e i dipendenti. Il fatto che più della metà dei collaboratori ha meno di 30 anni, dimostra il senso di grande responsabilità delle nostre nuove generazioni”.
I numeri. La Croce Bianca è intervenuta in 56.460 interventi d’emergenza (+5%) per assistere 58.350 pazienti (+4,5%). Ha effettuato 97.480 trasporti infermi (+1%) per 128.100 persone (+1%). “Qui mancano gli oltre 3.400 interventi del Soccorso su pista, che anche erano in aumento nel 2017”, ha dichiarato il Direttore Ivo Bonamico e ha ricordato che, nella scorsa stagione invernale, la Croce Bianca era presente in due nuovi comprensori sciistici.Tra le novità e gli eventi speciali del 2017 si sottolinea l’installazione delle colonnine di defibrillazione precoce pubblicamente accessibili in tutta la provincia.
Negli ultimi mesi nei paesi, nelle città e nei comprensori sciistici sono state erette 30 colonnine salvavita e ne verranno erette altre nelle aree di servizio dell’ Autostrada del Brennero. Con il progetto “Sogni e vai” lo scorso anno è nato un ulteriore progetto di successo. “Qui aiutiamo le persone in fin di vita a realizzare un loro desiderio”, ha spiegato la Presidente Siri ed ha sottolineato la buona collaborazione tra il servizio Hospice della Caritas, con il quale la Croce Bianca ha realizzato il progetto. “Nel frattempo siamo riusciti a fare un piacere ad alcune persone molto ammalate e abbiamo un grande riscontro di gratitudine per il progetto”, ha confermato Ivo Bonamico e spiegato che il servizio viene finanziato esclusivamente da donazioni.

Per il 2018 la Direzione dell’associazione provinciale di soccorso vuole ottimizzare ulteriormente i servizi esistenti. Allo stesso tempo si vorrebbe accelerare lo sviluppo di nuovi campi di attività e introdursi specialmente lì, dove è possibile produrre un plusvalore per la popolazione locale valorizzando le competenze già acquisite.
L’associazione ha ringraziato di cuore tutti coloro che hanno devoluto il 5×1000 del loro reddito. Si interpreta questo fatto come un segno di grande riconoscimento.
Sia l’assessora alla sanità Martha Stocker che la presidente della Croce Rossa locale Monica Schivari e Paul Gasser, Direttore generale del Raiffeisenverband, si sono congratulati ed hanno sottolineato la buona collaborazione e le impressionanti prestazioni dell’associazione. Alla fine la Presidente Siri si è congratulata e ha ringraziato tutti i presenti, i partner come con le altre organizzazioni di soccorso per l’ottima collaborazione.

Assemblea Croce Bianca

Torna in alto