Cerca

Cerca
Close this search box.

15 maggio- Si terranno oggi, alle ore 18 alla presenza del Presidente della Repubblica i funerali di Stato in San Lorenzo.
I volontari Anpas presteranno servizio a partire dalle ore 14 con volontari suddivisi in 8 squadre di volontari a piedi e otto ambulanze in coordinamento e supporto al 118 Liguria. Ad affiancarli gli psicologi della Sipem.
Contestualmente continueranno a garantire l’assistenza con un’ambulanza alle operazioni di soccorso in Porto, e due equipaggi con il Punto Medico Avanzato presso la camera ardente allestita all’interno della Capitaneria di Porto di Genova. Questo impegno (3 ambulanze + la tenda) dovrebbe proseguire ancora nei prossimi giorni.


9 maggio. Matteo Lagomarsino, volontario della Croce Bianca Genovese, è stato uno dei primi ad intervenire. «Io faccio i turni di notte di solito. Quando ieri (7 maggio, ndr) è arrivata la chiamata del 118 in sede da noi e la centralinista di turno ci ha detto di andare al porto perché era crollata la torre dei piloti, ho pensato ad uno scherzo. È un edificio nuovo e mi sembrava strano che potesse venire giù da un momento all’altro. Mentre andavamo in in codice rosso pensavo che fosse crollato un pezzo, pensavo di vedere dei calcinacci, non poi lo sfacelo che mi si è presentato davanti agli occhi. Non c’era più niente. Appena arrivati è arrivata siamo messi a disposizione con l’automatica con personale medico e infermieristico a bordo. Mentre nei primissimi minuti siamo riusciti a soccorrere i primi feriti gravi grazie anche all’arrivo dell’automedica e abbiamo organizzato il trasferimento dei 4 feriti, poi nell’arco della nottata abbiamo tirato fuori solo persone decedute. Iniziavano le prime stime: chi ne diceva ne mancassero 5, poi 10, di più… Siamo stati lì a fare chilometri sulla banchina avanti e indietro, ogni tanto bevevamo caffè e insieme cercavamo di aiutare i vigili del fuoco per andare avanti con gli scavi. Siamo rimasti lì con l’ambulanza e il mio equipaggio fino alle 730. Quando la mattina è arrivato il cambio, avevo preso a cuore la situazione e sono rimasto lì fino alle 13.30 e poi sono tornato a casa a dormire, ma stasera (ieri sera, ndr) ero di nuovo in turno».

 


9 maggio, ore 8: L’aggiornamento di Anpas Liguria

Dai primi minuti che hanno seguito l’emergenza (ore 23 circa) siamo intervenuti con una decina di mezzi in seguito all’attivazione da parte della Centrale Operativa 118 Genova Soccorso che ha coordinato tutti i soccorsi. Le pp.aa. Anpas coinvolte sono state: Croce Bianca Genovese, Croce Verde Genovese, pubblica assistenza Volontari Centro, Croce Blu Castelletto, Croce d’Oro Sampierdarena. Suddette associazioni hanno presidiato per quasi tutta la notte il luogo dell’evento, per poi abbandonarlo alle prime ore del mattino, lasciando solo due equipaggi della Croce Bianca Genovese (competenti per territorio). Dalle ore 4 presente anche la Croce Bianca Rapallese in supporto logistico alla SIPEM (psicologi dell’emergenza).

Nel tardo pomeriggio di ieri (8 maggio) , su richiesta della Capitaneria di Porto in accordo con il 118 di Genova, abbiamo allestito presso il piazzale della Guardia Costiera all’interno del Porto Antico il nostro PMA (quello custodito presso la Croce Bianca Rapallo) per utilizzarlo quale punto di accoglienza, con funzioni non sanitarie bensì di supporto ai militari del Comsubin (Marina Militare – impegnati nelle ricerche degli ultimi dispersi), agli psicologi della SIPEM e ai famigliari dei dispersi.

Attualmente, oltre al PMA e ad un equipaggio della Croce Bianca Genovese che presidia h24 con mezzo di tipo A la zona dell’emergenza e le attività di soccorso, sono presenti 5/6 volontari a disposizione della Capitaneria di Porto per eventuali esigenze di carattere logistico.

Nella giornata di oggi, al massimo quella di domani, si dovrebbero avere notizie più precise in merito alle date dei funerali delle vittime e quindi anche dell’impegno dei nostri volontari e del PMA.

 


8 maggio, ore 21: Continua l’impegno dei volontari di Anpas Liguria impegnati nell’allestimento di un punto di accoglienza per i militari della Marina Militare impegnati nella ricerca dei dispersi.

 

 

Genova: i volontari Anpas impegnati nell'allestimento delle tende per la ricerca dispersi

 

 

 


I volontari delle pubbliche assistenze di Anpas Liguria sono intervenuti nell’incidente occorso nella tarda serata di martedì nel porto di Genova, dove una nave porta container, ha urtato la torre piloti del porto. Tre i morti, 4 i feriti, 6 le persone che risultano tuttora disperse.

 

Anpas Liguria esprime “grande cordoglio per la tragedia che ha colpito la città di Genova: solidarietà e vicinanza alle famiglie delle vittime, dei feriti e dei dispersi. Un pensiero va anche ai nostri volontari e a tutto il personale impegnato da ieri sera nelle operazioni di soccorso”.

 


Senza_titolo

 

 

 

Torna in alto