Cerca

Cerca
Close this search box.

Palermo 31 Marzo 2016. “Il volontariato di protezione civile nella maxi emergenza, sicuramente disponibile, ma realmente preparato?” è il tema del workshop che si terrà sabato 9 Aprile, dalle ore 10.00, al convento di Baida di Palermo. Organizzatore dell’evento è il comitato Anpas Sicilia che ha voluto interrogarsi sulla formazione del volontariato di protezione civile e su quanto siano diverse le modalità d’intervento in caso di maxi emergenza.

Alcuni rappresentanti del volontariato Anpas di Sicilia, Emilia Romagna e Toscana si confronteranno con Calogero Foti, a capo del dipartimento di protezione civile regione siciliana, con Sebastiano Lio, dirigente programmazione dell’emergenza regione siciliana, con Giuseppe Misuraca, responsabile della centrale operativa 118 di Caltanissetta e con Alessandro Rebez, ricercatore dell’Istituto di oceanografia e di geofisica sperimentale di Trieste e formatore del volontariato della regione Friuli Venezia Giulia.

“Sarà un momento molto importante per iniziare un percorso necessario per tutto il volontariato organizzato di protezione civile” dichiara Lorenzo Colaleo, presidente Anpas Sicilia. “Abbiamo voluto organizzare questo work shop perché crediamo che il confronto con le altre regioni sia importante per costruire insieme quello che in futuro potrebbe essere un protocollo unico e condiviso”

“L’iniziativa organizzata da Anpas Sicilia farà emergere le varie esperienze italiane e l’importanza del volontariato organizzato di Anpas nelle sue varie modalità organizzative territoriali” dichiara Carlo Castellucci, vicepresidente Anpas nazionale. “Momenti di confronto che, anche all’interno della nostra grande organizzazione, non possono che arricchire il  nostro movimento di preziosi contenuti e rendere visibile la capacità e l’organizzazione  del volontariato Anpas di protezione civile. Sarà per me importante condividere questo momento assieme a tutti i volontari Anpas della Sicilia e a fianco dell’instancabile Presidente Lorenzo Colaleo” 

Maltempo in Sicilia Orientale: #allertameteoSIC

 

 

Torna in alto