Cerca

Cerca
Close this search box.

Sesto Fiorentino, Anpas esprime vicinanza ai volontari delle pubbliche assistenze coinvolte nei disordini durante una manifestazione: “Più tutela per i volontari”

30 giugno 2016. L’associazione Nazionale pubbliche assistenze esprime solidarietà ai volontari delle pubbliche assistenze coinvolti ieri in un’episodio di violenza nel corso di una manifestazione a Sesto Fiorentino nel corso del quale stavano svolgendo il servizio di assistenza.

Nel corso del servizio infatti un’ambulanza della Croce Viola – pubblica assistenza di Sesto Fiorentino insieme a tre altri mezzi della pubblica assistenza di Campi Bisenzio e della Fratellanza Popolare di Peretola e a due mezzi dei Carabinieri, sono rimaste chiuse senza possibilità di svolgere il servizio di assistenza alle persone rimaste coinvolte negli scontri che hanno fatto seguito alla manifestazione. Le squadre di soccorso sono rimaste bloccate dentro il piazzale per oltre un’ora e sono state liberate soltanto grazie all’intervento dei Vigili del Fuoco.

Secondo il presidente di Anpas Fabrizio Pregliasco: «Situazioni come queste si stanno purtroppo verificando in vari contesti, a testimonianza di una graduale disgregazione sociale. È sempre più necessaria la rete con le Istituzioni per trovare modalità operative che tutelino tutti gli operatori coinvolti».

«Un altro episodio – spiega il presidente della Croce Viola Alessandro Iasiello – che vede i nostri volontari protagonisti loro malgrado di fatti di cronaca. Chiediamo una maggior tutela per le nostre squadre, che prestano gratuitamente il loro tempo per gli altri e che hanno diritto di sentirsi sicuri. È giunto il momento che associazioni di volontariato, istituzioni e forze dell’ordine si mettano intorno a un tavolo per cercare di garantire più sicurezza».

Torna in alto