Cerca

Cerca
Close this search box.

Grande domenica di festa nella nostra associazione: quest’oggi abbiamo inaugurato una nuova Ambulanza di Soccorso e Rianimazione, la “Signa 5” che presto sarà operativa nel servizio di emergenza 118 e che è stata acquistata grazie a lavoro quotidiano di tutti i volontari, e tre autovetture per il trasporto socio-sanitario, acquistate grazie alla generosa e spontanea donazione dell’Officina Meccanica Liviotti e Bellini di Signa, cui è stato rivolto un applauso da parte di tutti i volontari presenti. La nostra associazione effettua circa 8000 servizi di trasporto sanitario e sociale l’anno: il rinnovamento del parco mezzi è un momento fondamentale per continuare a garantire elevati livelli di qualità dei nostri interventi. La nuova ambulanza è stata allestita dall’azienda signese “Nepi Allestimenti”.

I nastri tricolore dei nuovi mezzi sono stati tagliati dalla volontaria più anziana in servizio, Mila Bigagli, dal volontario con maggiori anni di servizio, Dario Fossi, dalla volontaria più giovane, Chiara Fantechi e da uno dei volontari maggiormente attivi in tutti i settori associativi, Stefano Cirri.

Alla manifestazione hanno partecipato numerose associazioni di pubblica assistenza, Misercordia e Croce Rossa e Racchetta, una rappresentanza dell’Arma dei Carabinieri, dei Vigili del Fuoco, della Polizia Municipale. Presenti gli Assessori Giampero Fossi e Marinella Fossi in rappresentanza dell’Amministrazione Comunale, una delegazione in rappresentanza del Consiglio Comunale. Presente anche il Coordinatore della zona fiorentina dell’associazione Nazionale pubbliche assistenze, Patrizio Ugolini. La manifestazione è stata musicalmente accompagnata dalla Filarmonica “Giuseppe Verdi” di Signa.

L’evento è stato aperto dal Presidente Matteo Carrai, recentemente eletto, che ha presentato la composizione del nuovo Consiglio Direttivo, ringraziato i consiglieri uscenti e illustrato le principali linee programmatiche per i prossimi anni e che partono prima di tutto dalla valorizzazione della passione e dell’impegno che sono alla base dell’attività di tutti i nostri volontari. Il Presidente ha sottolineato che oggi “non è la festa della pubblica assistenza ma quella di tutti i cittadini di Signa a cui questi nuovi mezzi appartengono e per cui sono in servizio” e che “la pubblica assistenza è e sarà sempre un riferimento per tutti, non solo per gli essenziali servizi pubblici che svolge ma soprattutto perchè è una Istituzione sempre presente perchè sempre presenti sono i tanti volontari che la animano”, evidenziando che è importante stimolare sempre più persone ad avvicinarsi ad una esperienza di volontariato.

Grazie alla donazione del Museo di Oggettistica Ferroviaria di Signa è stata posizionata di fronte alla sede una “leva/deviatoio ferroviario”, risalente all’epoca dell’incidente ferroviario del 15 aprile 1909 da cui nacque la nostra associazione. “Ripartiamo dalle nostre origini, dalla passione e dall’impegno civile di quei cittadini che quella notte si improvvisarono soccorritori e che dopo pochi mesi avevano già fondato la pubblica assistenza – ha detto il Presidente Carrai – ripartiamo da quei valori per guidare l’entusiasmo del presente verso una fase di nuova crescita e di sviluppo della nostra associazione”. E’ stata inoltre scoperta una targa contenente la frase di Bovio “Dove comincia l’umanità l’uomo si sente membro di una grande famiglia”, anch’essa legata alla storia dell’associazione e fortemente rappresentativa non solo dell’animo del nostro quoditiano impegno ma di quello che è la nostra associazione.

Durante l’evento una targa speciale è stata consegnata al Dr. Carlo Biagini, responsabile del servizio ecografico del nostro Centro Diagnostico, non solo grande medico e professionista ma soprattutto esempio di valori etici e sociali trasfusi nel lavoro e nella partecipazione a fianco della nostra associazione.

Altre targhe di ringraziamento, oltre all’associazione Ferrovieri di Signa, anche all’Officina Guidieri, all’azienda Tomberli di Signa ed inoltre sono stati consegnati numerosi attestati di rigraziamento ai presenti.

Al termine della manifestazione, partecipata da tantissimi volontari, i nostri mezzi di soccorso insieme a quelli di tutte le associazioni intervenute hanno sfilato per le vie di Signa con le sirene accese, a testimoniare la volontà di coinvolgere tutto il paese nella festa e nella vitalità che anima la nostra realtà associativa. “Non ci si deve ricordare della Pubblica solo quando abbiamo bisogno in prima persona- ha sottolineato il Presidente – ogni giorno tanti cittadini sono qui con entusiasmo a fare i volontari, in tanti diversi campi e settori, vogliamo che i cittadini sappiano che noi ci siamo sempre e che abbiamo bisogno del loro appoggio e del loro sostegno: per questo speriamo che in tanti salutino i nostri mezzi passare per le strade e che sorridano con noi a questo grande e necessario impegno sociale che il mondo del volontariato, a tutti i livelli, rappresenta”.

Infine i volontari del gruppo festeggiamenti della pubblica assistenza hanno offerto un ottimo pranzo a tutti i presenti, consentendo di proseguire la festa nella socialità collettiva.

Grazie a tutti i cittadini che hanno partecipato, alle associazioni consorelle, alle Autorità civili e militari ma soprattutto grazie a tutti i nostri VOLONTARI, a tutti quelli presenti e a tutti quelli che hanno contribuito alla buona riuscita della manifestazione: un gruppo di persone di età diverse, di pensiero e carattere diverso ma che uniti hanno ancora una volta dimostrato che davvero “dove comincia l’umanità l’uomo si sente membro di una grande famiglia”.

Il nuovo http://www.pasigna.it/

Torna in alto