Sami trova casa a Bruxelles

Il network europeo di associazioni non governative e di volontariato, a cui ANPAS aderisce dal 2010, apre un ufficio di rappresentanza nel cuore delle istituzioni europee

Lo scorso ottobre 2016 Samaritan International (Sami) ha inaugurato la sua sede in Rue de Pascale 4 a Bruxelles alla presenza del Segretario Generale Ivo Bonamico e numerosi ospiti provenienti dalle organizzazioni aderenti alla rete.

Sami che nasce dalla volontà di riunire e sostenere le organizzazioni di volontariato che si occupano del soccorso sanitario, della protezione civile e della solidarietà internazionale, ha visto nel corso degli anni un positivo incremento di adesioni e una crescita esponenziale di progetti condivisi in ambito umanitario e sociale volti al reciproco scambio di buone pratiche e alla realizzazione congiunta degli interventi di emergenza in ambito europeo.
Le tante attività, messe appunto dalla rete in questi anni, hanno consolidato il ruolo di mediatore che Sami ha assunto tra le istituzioni europee e le organizzazioni associate portando oggi, attraverso l’apertura di un ufficio di rappresentanza a Bruxelles, al consolidamento del suo ruolo politico.

Subito dopo l’inaugurazione dell’insediamento Sami a Bruxelles, una delegazione rappresentativa del gruppo di lavoro European Committee for First Aid (EC FirstAID), competente per la collaborazione in materia di formazione di primo soccorso e per l’elaborazione di linee guida uniformi, ha consegnato al Presidente del Parlamento europeo Martin Shulz il documento comune denominato European First Aid Certificate esortando un riconoscimento politico e transfrontaliero dei certificati di primo soccorso nell’Unione Europea. "Essere parte di una rete europea come Sami è stato molto importante per una serie di inizative e contatti che hanno già dato molti frutti in termini di scambio di esperienze, contatti, amicizia e diverse attività in comune finanziate da bandi europei" ha dichiarato Fabrizio Pregliasco. "La sede di Brusselles ci servirà per un attività di lobby con le istituzioni europee per strutturare e consolidare la nostra presenza alla luce dell’attuale attività legislativa e dell’attenzione dell’europa al volontariato. Per questo dobbiamo fare conoscere questa nostra forza e la nostra peculiarità italiana".

La presenza di Sami a Bruxelles, che favorirà l’impegno portato avanti fino ad oggi accelerando il processo di riconoscimento presso i centri politici decisionali, permetterà di individuare più facilmente nuove aree di intervento, come quelle del primo soccorso rivolte a individui vulnerabili, e lavorare sinergicamente con risultati senz’altro utili a tutti i soggetti che in questo network hanno scommesso.

0
0
0
s2sdefault

Su questo sito usiamo cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Questi cookies sono essenziali per le funzionalità del sito. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy. I accept cookies from this site.