5 per Mille 2014: pubblicate le modalità di iscrizione e elenchi 2012

o

 

 

Pubblicati gli elenchi con scelte e importi del 5 per mille 2012

 

 

Il 9 aprile 2014 sul sito dell'Agenzia delle Entrate sono stati pubblicati gli elenchi completi del numero di scelte e degli importi dei soggetti ammessi al 5 per mille 2012.

Le 700 Associazioni ANPAS iscritte negli elenchi, nella sua totalità, incasseranno dal 5 per mille 2011 oltre 6 milioni di euro, grazie alle preferenze di quasi 300.000 cittadini.

Con questo dato aggregato, come lo scorso anno ANPAS si posiziona al secondo posto come numero di preferenze (dopo Emergency) ed al quarto posto come importo (dopo Emergency, Medici senza frontiere, ed AIRC).

Per velocizzare i tempi di riscossione del contributo, invitiamo le Associazioni che non abbiano mai fatto comunicazione delle proprie coordinate bancarie o postali alla Agenzia delle Entrate, a farlo quanto prima con uno dei seguenti modi:

• accedendo ai servizi telematici (tramite il pin code) e utilizzando l'apposita procedura

• consegnando presso un ufficio dell´Agenzia il modello per la richiesta di accreditamento su conto corrente bancario o postale di rimborsi fiscali e di altre forma di erogazione riservato a soggetti diversi dalle persone fisiche - pdf

Questa operazione deve essere effettuata anche nel caso di variazione del codice iban del proprio conto corrente.

 


 

5 PER MILLE 2014: pubblicate le modalità di iscrizione per le Associazioni di Volontariato

 

La Legge di Stabilità 2014 ha previsto, destinando a tale capitolo di spesa un importo di 400 milioni di euro, che anche con la attuale dichiarazione dei redditi i contribuenti possano destinare una quota pari al 5 per mille dell’imposta sul reddito delle persone fisiche a sostegno delle Onlus, firmando nell’apposito riquadro sui modelli di dichiarazione dei redditi. Il contribuente dovrà anche indicare il codice fiscale della Associazione a cui intende destinare direttamente la quota del 5 per mille.

La circolare n. 7/E del 20 marzo 2014 dell’Agenzia delle Entrate ha confermato le date e le modalità di iscrizione e di riparto del 5 per mille 2014.

Per ricevere tale quota le Associazioni – anche quelle che hanno già provveduto lo scorso anno – dovranno:

-          a partire dal 21 marzo ed entro il 7 maggio 2014, iscriversi ad un apposito elenco dell’Agenzia delle Entrate. L’iscrizione può avvenire esclusivamente per via telematica, direttamente (se abilitati ai servizi telematici dell’Agenzia delle Entrate ed in possesso del pin code) o attraverso un intermediario abilitato, utilizzando l’apposita procedura e il modello disponibili sul sito www.agenziaentrate.gov.it.  

-          entro il 20 maggio 2014, presentare alla Direzione Regionale dell’Agenzia delle Entrate territorialmente competente eventuali richieste di correzione all’elenco provvisorio che sarà pubblicato entro il 14 maggio 2014 sul sito dell’Agenzia.

-          entro il 30 giugno 2014, spedire a mezzo raccomandata con ricevuta di ritorno o tramite Posta Elettronica Certificata alla Direzione Regionale dell’Agenzia delle Entrate una dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà attestante la persistenza dei requisiti che danno diritto all’iscrizione, utilizzando l’apposito modulo scaricabile dal sito internet dell’Agenzia o dal sito www.anpasnazionale.org. Alla dichiarazione deve essere allegata la fotocopia non autenticata di un documento di identità del Legale Rappresentante.

Anche quest’anno i soggetti che, pur avendo i requisiti per l’iscrizione, non rispetteranno i termini e le modalità sopra indicate potranno regolarizzare la propria posizione entro il 30 settembre 2014 inviando la domanda di iscrizione o l’integrazione documentale e versando una sanzione di € 258 tramite modello F24 utilizzando il codice tributo 8115.

Invitiamo quindi le Associazioni che desiderano iscriversi a contattare immediatamente il proprio commercialista oppure un Centro di Assistenza Fiscale (CAF).

Le Associazioni ANPAS possono effettuare l’iscrizione, al costo di euro 35,00 IVA inclusa, anche tramite la nostra consulente Caterina Manfrinati (Telefono 339/2811753 – email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. blocked::blocked::blocked::mailto:Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. blocked::blocked::mailto:Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. blocked::mailto:Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.">'+addy_text17876+'<\/a>'; //--> - Fax 011/22.743.47). I dati da fornire per l’iscrizione sono: Ragione sociale - Indirizzo della sede legale (comprensivo di cap) e codice fiscale della Associazione - Indirizzo di posta elettronica, numero telefonico e di fax della Associazione - Iscrizione al Registro Regionale del Volontariato - Codice fiscale, cognome e nome, data e luogo di nascita e residenza anagrafica del Legale rappresentante.

Qualora l’Associazione decidesse di non iscriversi nell’elenco potrà invitare i volontari, i soci e le persone con cui viene in contatto a destinare il 5 per mille direttamente all’ANPAS nazionale (Codice Fiscale 01435670482). Gli introiti che ne deriveranno verranno accantonati in un apposito fondo la cui destinazione sarà stabilita dalla Assemblea Nazionale.

 

Vi ricordiamo che, qualora il conto corrente dell’Associazione non sia ancora mai stato comunicato all’Agenzia delle Entrate o sia nel frattempo cambiato il codice iban, è necessario fare una apposita comunicazione recandosi ad un qualsiasi ufficio dell’Agenzia delle Entrate.

 

Vi informiamo infine che a maggio del 2014 l'Agenzia delle Entrate dovrebbe pubblicare gli elenchi degli ammessi e degli esclusi al 5 per mille 2012 con l'indicazione delle scelte e degli importi spettanti a ciascun beneficiario.

 

RENDICONTAZIONE

Entro un anno dalla ricezione del contributo, le Associazioni che percepiranno un importo pari o superiore ad € 20.000,00 saranno tenute a trasmettere al Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali un apposito rendiconto dal quale dovrà risultare l’effettiva destinazione degli importi assegnati. Coloro che percepiranno importi minori saranno comunque obbligati a redigere il rendiconto, ma dovranno conservarlo presso la sede legale dell’Associazione.

Per supportare gli enti del volontariato nell’assolvimento dell’obbligo di rendicontazione, il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali ha predisposto un modello di rendiconto, accompagnandolo a “Linee guida” scaricabili dal sito www.lavoro.gov.it.

Ricordiamo che la sentenza del Consiglio di Stato del 18/12/2012 ha espresso il parere che “il meccanismo del 5 per mille non costituisce una liberalità del cittadino, ma deriva dalla scelta dello Stato di consentire la dichiarazione di una parte delle sue spettanze ad enti che svolgono un ruolo sussidiario in materia di politiche sociali, mediante una possibile devoluzione in occasione di dichiarazione dei redditi, la cui materiale liquidazione viene subordinata a requisiti, modalità e controlli”.

Anche alla luce di tale interpretazione, che identifica il 5 per mille come contributo pubblico, invitiamo le Associazioni a NON utilizzare il 5 per mille per acquisti sui quali si sono ottenuti o si pensa di ottenere altri contributi pubblici, incluso quello previsto dal DM 177/2010 per l’acquisto di ambulanze o di beni strumentali, al fine di evitare future contestazioni e di rischiare la perdita di uno dei due contributi ricevuti.

 

ALLEGATI:

- Modello per Iscrizione al 5 per mille

- Istruzioni per la compilazione della Domanda

- Circolare 7/E Agenzia delle Entrate

- Dichiarazione sostitutiva - onlus ed Enti del Volontariato

- Elenco Direzioni Regionali Agenzia delle Entrate

 

Riepilogo dei termini del 5 per mille 2014:


Presentazione domanda d'iscrizione --> 7 maggio 2014

Pubblicazione elenco provvisorio degli enti iscritti --> 14 maggio 2014

Richiesta correzione degli errori presenti nell'elenco provvisorio --> 20 maggio 2014

Pubblicazione elenco corretto degli enti iscritti --> 27 maggio 2014

Invio dichiarazione sostitutiva alle Direzioni Regionali dell'Agenzia delle Entrate --> 30 giugno 2014

Termine per la eventuale regolarizzazione della propria posizione (con sanzione pecuniaria) --> 30 settembre 2014 

 

0
0
0
s2sdefault
  1. Twitter
  2. Facebook
  3. Instagram

Su questo sito usiamo cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Questi cookies sono essenziali per le funzionalità del sito. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy. I accept cookies from this site.