Cerca

Cerca
Close this search box.

La pubblica assistenza Anpas Croce Verde Asti vince l’ottava edizione della gara nazionale di primo soccorso che si è svolta ad Ancona l’11 aprile, presso i locali della Delta Motors di via Scataglini all’interno dell’11° Expo Progetto Emergenza, fiera di materiali e attrezzature per il soccorso.

La pubblica assistenza Anpas Croce Verde Asti vince l’ottava edizione della gara nazionale di primo soccorso

Alla competizione di primo soccorso – organizzata dall’associazioneProgetto Emergenza e patrocinata da Regione Marche, Provincia Comune di Ancona, Asur-Area Vasta 2 Ancona Anpas Marche, Cri Marche e Misericordie Marche – erano ammesse associazioni di volontariato che normalmente prestano servizio di Emergenza Sanitaria 118.

La gara, articolata in simulazioni di incidenti con utilizzo di figuranti truccati con lesioni e ferite, ha visto impegnati i soccorritori in diverse prove tra le quali il trattamento di traumi e il supporto delle funzioni vitali di base anche con utilizzo di defibrillatore e abilità di guida mezzi di soccorso. Si sono confrontate una quindicina di associazioni appartenenti ad Anpas, Cri e Misericordie e provenienti da diverse regioni italiane. Le classifiche sono state stilate per ente e relativo girone di appartenenza. A valutare le prove sono stati medici e infermieri del Servizio di emergenza sanitaria territoriale 118.

A vincere nel girone Anpas, aggiudicandosi il primo premio, uno zaino da soccorso, è stato l’equipaggio della Croce Verde Asti composto dai volontari soccorritori Antonio MarinoRocco PafundiAndrea Pompa,Willi Santin e Andrea Strocco. A premiare l’equipaggio vincitore il direttore di Anpas MarcheAlfonso Sabatino in sostituzione del presidente Massimo Mezzabotta.

L’11° edizione di Expo Progetto Emergenza si è svolta in due giornate, l’11 e il 12 aprile tra parte espositiva, gare e dimostrazioni di soccorso e un convegno sulla disabilità e soccorso in emergenza.

La Croce Vede Asti, associata Anpas, attualmente può contare sull’impegno di 251 volontari, di cui 86 donne, grazie ai quali svolge circa 11mila servizi annui. Si tratta di trasporti in emergenza 118 e interospedalieri, servizi ordinari a mezzo ambulanza ad esempio dialisi e terapie anche con mezzi per trasporto disabili e assistenza sanitaria a eventi e manifestazioni 

 

Torna in alto