Cerca

Cerca
Close this search box.

Nell’ambito degli eventi in programma per i 30 anni di fondazione della Croce Verde Bagnolo Piemonte il 15 marzo, alle ore 20.45, presso il salone San Paolo dell’oratorio parrocchiale di Bagnolo, si terrà un incontro con i giovani di Bagnolo per un momento di riflessione sul tema del dono. Un evento organizzato in collaborazione con il Gruppo Giovani della Croce Verde di Bagnolo.

Il presidente della Croce Verde Bagnolo, Stefano Pasian: «Sempre più sovente la società di oggi ci porta a pensare e agire nell’ottica del tutto è dovuto. Molte volte prevale l’indifferenza verso il prossimo e il pensare solo a sé stessi. Con questo incontro vogliamo condividere con i giovani la cultura del dono, cioè la possibilità che ognuno di noi possa mettere a disposizione degli altri tempo e competenze, affetto e passione nell’aiutare chi ha più bisogno. Dono e solidarietà sono i valori tipici delle associazioni aderenti ad Anpas, tra cui la Croce Verde. Anche il volontariato viaggia attraverso il canale del dono; chi entra a far parte della nostra associazione sa che ha la possibilità di poter fare del bene agli altri, assistendoli nel momento di difficoltà offrendo il proprio tempo libero e le proprie competenze in modo totalmente gratuito. Per aiutarci a condurre questo incontro abbiamo coinvolto una voce autorevole, Monsignor Cristiano Bodo, Vescovo di Saluzzo, tra l’altro uno tra i più giovani Vescovi d’Italia. Ringraziamo di cuore don Osvaldo per l’ospitalità e l’entusiasmo con cui ha accolto questa iniziativa e Monsignor Bodo per la disponibilità. Invitiamo chiunque voglia partecipare a questo evento, in particolar modo i giovani».

 

La Croce Verde Bagnolo, associata Anpas, attualmente può contare sull’impegno di 115 volontari, di cui 47 donne, grazie ai quali svolge circa 2.400 servizi annui con una percorrenza di 145mila chilometri. Si tratta di trasporti in emergenza 118 e interospedalieri, servizi ordinari a mezzo ambulanza ad esempio dialisi e terapie anche con mezzi per trasporto disabili e assistenza sanitaria a eventi e manifestazioni.

Torna in alto