Cerca

Cerca
Close this search box.

«Sono passati due anni dall’inizio di questa storia. Quando è iniziata avevo 31 anni e una montagna di capelli, una passione smisurata per i libri, tanti amici, una famiglia caotica e un nuovo amore. Sono entrata in uno studio medico con tutti i miei sogni e sono uscita con una sola parola a spasso tra i miei pensieri: ho un cancro. Ero arrabbiata, impaurita, terrorizzata, disarmata. Ho scritto quello che non riuscivo a trattenere. Mi sono fatta forza con le parole. Ha funzionato. Adesso vivo con Saverio, l‘uomo che amo, in una casa rossa fiammeggiante: un colore che mi ricorda il vino e un liquido che mi ha salvato la vita».

Con queste parole Adelaide Vuono,  soccorritrice di una pubblica assistenza Anpas del cosentino, ha raccontato la sua lotta contro il cancro nel libro “Un inquilino di troppo” (Falco editore).


La presentazione a Scandicci: 21 aprile 2017 Scandicci, Rete Pas presenta il libro “UN INQUILINO DI TROPPO”
alle ore 17.30 presso la sala conferenze del Castello dell’Acciaiolo in Via Pantin 7 a Scandicci.

L’evento, organizzato nell’ambito della campagna “Il mese della Donna” con la collaborazione di Anpas Nazionale, Lega Italiana per la Lotta ai Tumori e il patrocinio del Comune di Scandicci, vuole rappresentare un momento di riflessione sull’importanza della prevenzione e della diagnosi precoce nel contrasto alle patologie tumorali che ogni anno mietono migliaia di vittime. Durante l’evento l’attrice Anna Meacci interpreterà alcuni brani tratti dal libro di Adelaide Vuono.

All’evento interverranno: Mario Pacinotti (Presidente Fondazione Pas), Adelaide Vuono (autrice), Marco Rosselli del Turco (medico senologo Rete Pas), Alexander Peirano (Presidente Lega Italiana Lotta ai Tumori – Sezione Firenze), Elena Capitani (assessore alle politiche sociali e alle pari opportunità del Comune di Scandicci), Monia Monni (Consigliera Regionale Toscana). Modera l’incontro Fausto Casini (presidente Copass).

Torna in alto