Cerca

Cerca
Close this search box.

GRAZIE RAGAZZI! Il meeting di Antonello

Un motorino rovesciato, l’odore cattivo di un motore in fumo, l’asfalto caldo, il sudore sugli occhi. Il tutto mentre con i tuoi compagni di squadra cerchi di prendere i parametri della vittima. La maglietta incollata alla schiena, la fame e la sete che si fanno sentire, il male alle gambe per i chilometri percorsi sotto il sole.
Per i giovani soccorritori che hanno partecipato alle selezioni nazionali in vista del Samaritan International Contest, il XVII Meeting Anpas è stato anche questo: tensione, adrenalina, paura, spirito di iniziativa e soddisfazione per aver fatto bene il proprio lavoro.

17°Meeting Anpas
Dodici squadre, divise in junior e senior, provenienti da otto regioni, si sono sfidate a a colpi di prontezza di spirito, riflessi, conoscenza delle tecniche di soccorso, organizzazione e orientamento. Per loro, nella cornice del borgo storico di Chatillon (AO) sono state allestite quattro prove di soccorso sanitario, una prova di destrezza e una prova scritta, oltre ad una prova “bonus” che consisteva in una piccola
parete verticale da scalare. Oltre alla risoluzione degli scenari, facevano parte degli elementi di valutazione anche l’arrivare in tempo sugli scenari di soccorso, capire la situazione, organizzarsi e
agire prontamente e correttamente.

Ma cosa li ha spinti a venire da tutta Italia per mettersi alla prova in queste imprese? La voglia di fare bene? Di certo. La voglia di vincere? Forse. Probabilmente una delle motivazioni più forti è stata la consapevolezza che un domani quello scenario di gioco e finzione, avrebbe potuto essere reale. Un domani, proprio loro, soccorritori adulti, avrebbero potuto essere chiamati a vincere una partita ben più importante: quella di salvare una vita.

Le prove del Sami Contest
Per questo, a tutti i partecipanti va il più grande ringraziamento. Grazie per il tempo che hanno impiegato a viaggiare fino in Valle d’Aosta, grazie per le tende montate e per i pavimenti puliti, grazie per la raccolta differenziata, grazie perché, forse inconsapevolmente, hanno posto le basi per la costruzione di un futuro migliore. Un futuro in cui, prima per gioco e poi con professionalità, uomini e donne scelgono volontariamente di prendersi cura della vita di altri e dell’ambiente che li ospita.

17°meeting Anpas

Anpas è anche questo: donare il proprio tempo come volontari, ognuno coi propri strumenti e il proprio bagaglio di esperienze, uniti dalla consapevolezza che la propria singola azione, anche se piccola, può portare a qualcosa di grande.

– Antonello

 

Torna in alto