Cerca

Cerca
Close this search box.

Noi Comunichiamo

L’introduzione di Fausto Casini, presidente Anpas, alla guida Non profit ai tempi del web 2.0 dell’associazione Italiana Sclerosi Multipla.

Quando ero giovane ho scelto di diventare volontario. Cercavo un modo di stare insieme e di costruire qualcosa insieme agli altri. Desideravo contribuire a una socialità differente, alla tutela del bene comune. Oggi, che sto per compiere 50 anni, le motivazioni, le aspirazioni, i desideri che allora mi spingevano sono intatti. Non sono mai stato deluso dalla mia scelta.

Continua ad affascinarmi la capacità di questo nostro mondo di motivare altre persone a starci, di dimostrare il piacere di costruire il bene comune, di motivare a impegnarsi per il cambiamento. Qualunque cosa facciamo, con i nostri comportamenti, con le nostre narrazioni, con le campagne sui media e le foto che postiamo su Facebook, noi comunichiamo.
Ricordo per esempio che in Kenia, nel 2008, fu creata da giovani attivisti una piattaforma chiamata Ushahidi, che in swahili vuol dire «testimone»: serviva a raccogliere informazioni sulle violenze scoppiate dopo le elezioni presidenziali in Kenya. Serviva a creare spiragli di democrazia e partecipazione. Ecco cosa siamo: costruttori di partecipazione, testimoni di quello che vediamo. Siamo, soprattutto, testimoni di una visione di società in cui si può vivere in modo differente.

Un mondo in cui vivere liberi da una malattia, con il diritto di avere le stesse opportunità di tutti, con il piacere, l’appagamento, la felicità di chi non mette al centro il possesso o il consumo di beni, ma il bene di tutti e di ciascunapersona.Per riuscirci, abbiamo il dovere di entrare nel «mainstreaming» del flusso di comunicazione.

Dobbiamo costringere televisioni e giornali a non occuparsi solo dei pettegolezzi di partito o di gossip. Dobbiamo contaminare, come virus positivi, ogni piazza,reale o virtuale.

Dobbiamo fare tesoro della realtà che incontriamo in presa diretta, nelle nostre esperienze quotidiane, e farle da ripetitori. Ma dobbiamo prepararci, studiare, conquistare capacità. Nessuno si improvvisa. Non basta alzarsi al mattino con la voglia di raccontare, di scrivere o fotografare. Ci ascolteranno solo se saremo competenti, e autorevoli.

Un’informazione finta, urlata, strumentalizzata, anche se nasce da una buona intenzione, costruisce un mondo finto.Il mondo che vogliamo, invece, è un mondo vero di persone vere. Chi è stanco di ascoltare buone dichiarazioni di principio seguite da cattivi esempi, può scegliere il volontariato.

Volontario è chi ha voglia di incontrare persone, generi, età, razza, ispirazioni politiche e chi è capace, insieme ad altri, di co-progettare un mondo nuovo.

Fausto Casini e RSI

Fausto Casini

Presidente Nazionale di Anpas.Membro della Consulta per il Servizio Civile.

 


 

 

 

Scarica l’ebook con la prefazione di Fausto Casini e Giulio Sensi

Scarica tutti gli ebook AISM: Non profit ai tempi del web 2.0

 

Torna in alto