Cerca

Cerca
Close this search box.

Si è aperta alle 9.30 del 24 Maggio l’Assemblea Regionale Anpas Emilia Romagna ospitata dalla Croce Bianca di Piacenza. Rappresentanti e delegati di varie pubbliche assistenze della Regione Emilia Romagna hanno preso posto questa mattina nell’Auditorium della sede di Via Emilia Parmense per partecipare a questa Assemblea Precongressuale alla presenza del Presidente Nazionale Anpas Fabrizio Pregliasco e del Presidente Regionale Anpas ER Giuseppe Cattoi.

Il benvenuto è rimesso al Coordinatore Provinciale Anpas Paolo Rebecchi che saluta i presenti e illustra un tavolo congressuale che vede raccolti al suo fianco Fabrizio Pregliasco, Giuseppe Cattoi, Miriam Ducci, Marina Balboni e Claudia Boselli. Preventivamente la formale apertura dell’Assemblea ordinaria, la parola viene ceduta al Presidente di Croce Bianca Giancarlo Carrara che muove un sentito ringraziamento al Coordinamento, al Direttivo, ma soprattutto ai volontari, ricordando le origini di questa attività sociale, l’importanza dell’umanus e il valore delle nostre realtà. “Il volontariato è il momento più felice dell’uomo”, cita Carrara parafrasando Papa Luciani, “e io sento di dover ringraziare tutti i volontari che ho avuto la fortuna di incontrare sul mio cammino, primi fra tutti quelli della Croce Bianca. Mi avete insegnato tanto”. Efficace e preciso il successivo intervento del Coordinatore Provinciale Paolo Rebecchi che, in rappresentanza delle pubbliche assistenze della provincia, procede con una succinta illustrazione delle attività del Comitato di Piacenza per questo 2013. L’ 86^ edizione dell’Adunata Nazionale degli Alpini, la partecipazione al 14^ Meeting Nazionale della Solidarietà, il servizio di assistenza sanitaria alla 18^ edizione del Best Fighter, gli svariati progetti Gins, Tvb, Anpas in corso sempre dinamici, la continua attività di formazione, i numerosi Corsi alla Cittadinanza, l’impegno del Servizio Civile, la collaborazione con Progetto Vita, altro non sono che riflesso di un anno di lavoro intenso, di prove superate, di crescita sociale, di coinvolgimento umano, di traguardi operativi e soprattutto di un anno di grandi numeri per questo Comitato, che ad oggi vanta localmente 14 Sedi di pubblica assistenza, 1.511.331 Km percorsi, 48.867 servizi espletati, 1.819 volontari, 8.442 soci 95 mezzi. Non manca nel merito la menzione a Claudia Boselli, Gabriele Toloni, Cristina Vedovelli, Max Gervasi e a tutto lo staff del Direttivo che da anni contribuiscono attivamente alla resa qualitativa dell’operato del nostro Comitato Provinciale. Raggiunto il numero legale di presenti il Presidente Regionale Anpas ER Giuseppe Cattoi dichiara l’apertura assembleare.

Dopo la nomina del Presidente dell’Assemblea, Paolo Rebecchi, del Segretario, Miriam Ducci, degli Scrutatori e della Commissione Elettorale ventura del 15/10/14, l’ordine del giorno prosegue con la lettura da parte di Giuseppe Cattoi della relazione regionale annuale, la cui riflessione si sofferma sull’andamento economico di Anpas ER: quello che nel 2008 era un bilancio di – 69.583, nel 2013 è diventato un saldo attivo di + 7.414. In riferimento ai dati di rendicontazione, che disegnano nettamente in ascesa la curva sottesa alla crescita di questa maxiassociazione di categoria (nel tempo Anpas ha infatti maturato l’estensione di 887 affiliate), Cattoi avanza un ringraziamento speciale a coloro che quotidianamente confermano la loro scelta di dedicarsi ad Anpas, coinvolgendosi in prima persona e rendendo possibile quello che per le nostre associazioni continua ad essere un trend di eccellenza. L’Assemblea prosegue con l’approvazione del bilancio consuntivo del 2013 e del bilancio preventivo del 2014 coordinata da Claudia Boselli, e con la delibera per l’iscrizione di Anpas ER al Registro Regionale di Protezione Civile.

La parola è poi data a Fabrizio Pregliasco, Presidente Nazionale Anpas ER da questo 30 Novembre 2013. Un intervento vivace, di sostanza, che prende avvio con un elogio al Comitato Regionale Anpas ER menzionato come realtà che funziona, capace di lavorare bene e che ha trovato nella coesione, “nella voglia, ma soprattutto nella necessità dello stare insieme” il suo motore di operatività. Pregliasco espone ai presenti come imperativo principe dei vertici di Anpas sia oggi l’elaborazione di un nucleo di progettazione di nuove modalità di coinvolgimento e di iniziativa per le varie pubbliche assistenze: “Anpas è un’associazione di associazioni costruita su uomini e donne, una rete di piccole reti, ed è per questo che bisogna investire in primis sulle persone”. Il Presidente Nazionale mette la platea a conoscenza del fatto che l’associazione Nazionale delle pubbliche assistenze sia oggi capofila di un progetto europeo che si propone di portare all’attenzione internazionale la nostra realtà come esempio di modello replicabile, aderendo alla Samaritan International (SAMI), una rete di associazioni di volontariato che riunisce e sostiene, in Germania e in altri paesi, organizzazioni dedite alle attività sociali. Anpas Nazionale si propone oggi come lobby positiva a livello europeo, continua Pregliasco, e lo fa intraprendendo un percorso che passerà attraverso Contest, Flash Mob e un serrato calendario di scadenze e momenti congressuali. Ed è richiamando ironicamente l’attenzione sulla fascetta loggata Anpas legata al suo braccio sinistro che il Presidente Nazionale conclude il suo intervento con un appello ai “suoi” volontari: “Siate esempio del nostro movimento, seguite le attività, coinvolgetevi, abbiate interesse, fate della condivisione e della coesione la vostra forza, create momenti di confronto, mantenete questa voglia di stare insieme nella diversità e fate opera di coagulazione di attività per avvicinare i giovani, saranno i dirigenti di domani. Volontariato è innanzitutto stare bene noi, sentitelo, parlatene, informatevi, per essere così cittadini attivi di una ‘bella Italia’ ”.

– Comunicato Anpas Piacenza

 

Anpas Piacenza: l'intervento di Fabrizio Pregliasco 

 

 

 

 

Torna in alto