Cerca

Cerca
Close this search box.

Una Catena Umana in tutta Italia per dire “No a tutti i razzismi”

Anche quest’anno l’UNAR – Ufficio Nazionale Antidiscriminazioni Razziali, istituito presso il
Dipartimento Pari Opportunità della Presidenza del Consiglio dei Ministri, promuove, dal 21 al 28 marzo, l’VIII Settimana d’Azione Contro il Razzismo nel corso della quale si realizzeranno in tutta Italia numerose iniziative di sensibilizzazione e contrasto ad ogni forma di razzismo e discriminazione.

In particolare, mercoledì 21 marzo, in occasione della Giornata Mondiale contro il Razzismo
promossa dalle Nazioni Unite, sarà organizzata – in contemporanea in oltre 30 città italiane – una
“Catena Umana per dire No a tutti i razzismi” intorno ai monumenti simbolo del nostro Paese. Una lunga catena di studenti e studentesse, insegnanti, rappresentanti di associazioni, enti ed istituzioni che si occupano di prevenire e contrastare le discriminazioni fondate sull’origine etnica, il genere, la disabilità, la religione, l’età e l’orientamento sessuale cingerà i nostri monumenti nazionali per manifestare l’impegno contro tutte le discriminazioni.

A Torino l’evento – realizzato grazie alla collaborazione con la Città di Torino, la Provincia di Torino e la Regione Piemonte – avrà luogo intorno alla Mole Antonelliana a partire dalle 10.30 del 21 marzo e rappresenterà un’ulteriore occasione di partecipazione e coinvolgimento del territorio per rafforzare il percorso di costruzione della “Rete territoriale contro tutte le discriminazioni”, avviato a partire dal 2010.

La “Catena Umana”attorno alla Mole sarà accompagnata da una breve maratona di letture e si chiuderà entro le ore 12,30. Tra i partecipanti che hanno già confermato la propria partecipazione, si segnalano i componenti della band “I MODERNI”, finalisti dell’ultima edizione di X-Factor.

Allegato

L’appuntamento è alla stessa ora, alle 10.30, nelle città di:
Agrigento – Piazza Pirandello, Arezzo – Piazza Grande, Bari – Teatro Petruzzelli, Bergamo – Piazza Matteotti, Bologna – Piazza Maggiore, Brescia – Piazza  della Loggia, Cagliari – Piazza del Carmine,Catania – Piazza Università, Cento (FE) – Piazzale della Rocca, Como – Piazza del Duomo, Crema –Piazza del Duomo, Ferrara – Castello Estense, Firenze – Piazza Santissima Annunziata, Foggia – Piazza Umberto Giordano, Frosinone – Piazza Gramsci, Lecce – Piazza Sant’Oronzo, Lecco – Piazza Garibaldi, Lodi – Piazza della Vittoria, Mantova – Lungolago Gonzaga, Messina – Piazza Duomo, Milano – Piazza Duomo, Monza – Piazza Roma, Palermo – Teatro Massimo, Pavia – Piazza Vittoria, Perugia – Piazza IV Novembre, Ravenna – Basilica di S. Giovanni, Roma – Colosseo, Rosarno – Campo d’accoglienza, Contrada Testa dell’acqua, Salerno – Teatro Verdi, Sondrio – Piazza Garibaldi, Torino – Mole Antonelliana, Trieste – Piazza Vittorio Veneto, Varese – Piazza Monte Grappa Venezia – Riva degli Schiavoni, Viterbo – Piazza S. Lorenzo
In particolare modo a Rosarno il piccolo centro calabrese divenuto tristemente simbolo dello sfruttamento dell’immigrazione clandestina nel nostro Paese per dire “No a tutti i Razzismi”, cittadini italiani e stranieri si terranno per mano circondando il Campo d’Accoglienza, nella Contrada Testa dell’Acqua, con la partecipazione del regista Mimmo Calopresti.
La catena Umana è solo una delle numerose iniziative che l’UNAR realizza per l’VIII Settimana di Azione Contro il Razzismo, in programma dal 21 al 28 marzo 2012, con il patrocinio dell’UNHCR – Alto Commissariato ONU per i Rifugiati, e degli Enti Locali partner dell’UNAR nell’attuazione di programmi territoriali di contrasto e prevenzione delle discriminazioni.
Sarà possibile seguire l’iniziativa su Facebook all’indirizzo:

Lunedì 19 marzo ci sarà poi la conferenza di presentazione della Settimana al Teatro Eliseo di Roma, in una giornata di cultura e spettacolo anti-razzista che vede la partecipazione emblematica dell’attore Ascanio Celestini.
Le iniziative proseguono, sempre a Roma, il 20 marzo con la presentazione dell’accordo di collaborazione tra l’azienda di trasporti del Comune di Roma (ATAC) e l’UNAR per la realizzazione di un piano di interventi formativi rivolti ai conducenti degli autobus per prevenire e combattere le discriminazioni razziali nel servizio di trasporto pubblico.
La Settimana continua, in più di trenta città italiane, con una serie di eventi informativi, attività ludico-aggregative e di piazza, momenti di riflessione e di formazione nei luoghi di lavoro e di studio, con il coinvolgimento di enti locali, mondo della scuola, forze sindacali ed imprenditoriali, associazioni del settore e comunità straniere.
A chiudere la lunga maratona di iniziative, l’importante Convegno internazionale organizzato da UNAR e ANSI (associazione Nazionale Stampa Interculturale), in programma a Roma nei giorni 2 e 3 aprile, che intende puntare l’attenzione di opinione pubblica ed addetti ai lavori sul tema“Media e Diversità in Italia e in Europa”.
Nel corso della due giorni, che prevede la partecipazione di esponenti del Governo Italiano, quali i Ministri Fornero e Riccardi, delle istituzioni Europee e del mondo dell’informazione, viene fatto il punto sulla rappresentazione della diversità  culturale nei mezzi di informazione a livello europeo e viene conferito il Premio giornalistico “For Diversity Against Discrimination 2011”.
Per maggiori dettagli:
Torna in alto