Cerca

Cerca
Close this search box.

La Fondazione della Comunità Salernitana ed il Comune di Salerno, in collaborazione con la Provincia di Salerno, Anpas e l’Ordine dei Giornalisti della Campania, hanno organizzato l’evento “23 NOVEMBRE 1980 – 23 NOVEMBRE 2016: OLTRE LA PAURA” come giornata della memoria finalizzata ad educare, in particolare le giovani generazioni, ad una maggiore consapevolezza sui rischi del proprio territorio, con particolare riferimento al rischio sismico.

Foto di Egidio Ciancio

Al convegno ha partecipato per Anpas Carmine Lizza, geologo e responsabile nazionale protezione civile. Al convegno anche la giornalista Lucia Annunziata e Vinicio Capossela che ha ricordato: “il 23 novembre dell’ottanta avevo 15 anni e siamo andati a casa di un paesano per vedere cosa fosse successo. Calitri e i paesi dell’Irpinia si sono ricostruiti continuamente con le macerie del terremoto presente e c’è stata l’estinzione della civiltà arcaica raccontata da Carlo Levi. Le bestie di grande taglio muoiono di lama, così la civiltà contadina si è estinta col terremoto dell’Ottanta: tutto quello che è stata la ricostruzione ha cambiato la socialità. Ma anche la grande presenza di volontari di tutta Italia e d’Europa: una bella esperienza di apertura e il contatto del volontariato e un bel senso di comunità”

 

In Irpinia per ricordare il #terremoto di 36 anni fa all’incontro “Oltre la paura” insieme a Vinicio Capossela Video @djmicheleblack

Un video pubblicato da anpas (@anpas) in data:

In coloro che hanno vissuto in prima persona il terremoto è forte il sentimento della paura. Il timore di un crollo nasce, però, non solo dalla memoria degli eventi vissuti ma anche dalle scarse conoscenze in proprio possesso. Bisogna andare oltre la paura, ampliare le proprie conoscenze e vivere la propria sicurezza da cittadini attivi.
Questa la finalità principale dell’evento proposto cui si aggiunge il desiderio della comunità salernitana di far sentire la propria vicinanza alle popolazioni del Centro Italia colpite dagli ultimi eventi sismici, consegnando loro il primo risultato della raccolta fondi, dal titolo “Artisti di Luce”, promossa dalla Fondazione della Comunità Salernitana onlus in collaborazione con il Comune di Salerno e con le numerose associazioni culturali ed Istituzioni del territorio salernitano.

Torna in alto