Cerca

Cerca
Close this search box.

La Squadra Nautica di Salvamento di Verbania nei mesi di febbraio e marzo ha impartito diverse lezioni di primo soccorso, teoriche e pratiche con l’utilizzo di manichini di rianimazione, a circa cento studenti delle classi quarte del Liceo Cavalieri di Verbania.
Tra gli argomenti trattati – spiega il referente stampa della Squadra Nautica di Salvamento, Massimiliano Sabatini – la gestione e la condotta nelle chiamate di soccorso, gli atteggiamenti “errati” negli incidenti, la rianimazione cardiopolmonare e la disostruzione delle vie aeree.

Bilancio positivo per l’attività formativa offerta dalla Squadra Nautica di Salvamento di Verbania, gli istruttori hanno riscontrato forte interesse per le manovre di rianimazione cardiopolmonare necessarie per soccorrere un soggetto che ha perso conoscenza ed è in arresto respiratorio o in arresto cardiaco.

Gli studenti hanno compreso che in tali casi la funzione di queste procedure è quella di evitare i danni alle cellule cerebrali della persona. Inoltre, più in generale, i ragazzi hanno capito che il primo soccorso è l’aiuto che si presta a un infortunato in attesa di un soccorso qualificato e che non bisogna compiere azioni azzardate o che non si è in grado di eseguire.

La Squadra Nautica di Salvamento di Verbania ha inoltre distribuito gratuitamente agli studenti manuali cartacei sulla “Prevenzione rischi sanitari e formazione al primo soccorso”, predisposti e appositamente pensati da Anpas Comitato regionale Piemonte per i corsi negli istituti scolastici superiori.



La Squadra Nautica di Salvamento di Verbania attualmente si avvale dell’impegno di 74 volontari. L’associazione svolge annualmente oltre 2.600 servizi con una percorrenza di circa 70mila chilometri. La Squadra Nautica dispone di quattro autoambulanze, due automezzi per servizi socio sanitari e tre imbarcazioni.


L’app DAEDOVE della pubblica assistenza Anpas Squadra di Salvamento di Verbania: DAEDOVE

Torna in alto