Cerca

Cerca
Close this search box.

 

Trieste, 9 febbraio – La Corte Costituzionale ha dichiarato illegittime le disposizioni sui destinatari del welfare della Regione Friuli Venezia Giulia, che individuavano dei requisiti per l’accesso ai servizi, approvate nel 2009 dal Consiglio regionale. Per la Corte, tali disposizioni creano ”discriminazioni”.

La Corte ha dichiarato l’illegittima’ costituzionale dell’articolo 4 della legge regionale 6 del 2006 modificato con la legge regionale 24 del 2009 dalla maggioranza di centrodestra. Il testo di legge, si legge nella sentenza, ”introduce inequivocabilmente una preclusione destinata a discriminare tra i fruitori del sistema integrato dei servizi concernenti provvidenze sociali fornite dalla Regione i cittadini extracomunitari in quanto tali, nonche’ i cittadini europei non residenti da almeno trentasei mesi”.

 

(fonte: ANSA)

 

Torna in alto